Pier Donato Vercellone presidente di Ferpi

Eletto alla guida della Federazione relazioni pubbliche italiana per i prossimi tre anni. "Il mio impegno con un team qualificato per contribuire allo sviluppo della professione"

Pier Donato Vercellone è il nuovo presidente di Ferpi, la Federazione relazioni pubbliche italiana. E' stato eletto con un’ampia maggioranza sabato scorso dall’assemblea dei soci, riunitasi a Milano e per i prossimi tre anni prende il posto di Patrizia Rutigliano, che lascia la presidenza dopo due mandati. Pier Donato Vercellone, 53 anni, dopo esperienze in agenzie di relazioni pubbliche, ha ricoperto ruoli direttivi nella comunicazione per importanti brand, in Italia e all’estero tra i quali Nike, Telecom Italia, Comune di Milano e Costa Crociere per il caso Concordia. Attualmente è Direttore dommunication & Csr di Sisal Group. Pier Donato è anche docente in Teoria e Tecniche della Promozione dell’Immagine all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

“Sono emozionato e orgoglioso di potere contribuire al rinnovamento di Ferpi e allo sviluppo della professione – ha dichiarato Vercellone -. Abbiamo costituito un team qualificato, competente e autorevole, coeso e dedicato, che proporrà progetti concreti a beneficio di tutti i soci”. “Credo nel contributo e partecipazione di tutti gli associati – ha aggiunto - e mi auguro che molti altri colleghi e comunicatori sapranno comprendere il cambiamento in atto, avvicinandosi a Ferpi, per partecipare attivamente all’evoluzione della nostra professione”.

Il Consiglio direttivo nazionale sarà composto da Sergio Bruno, Cristina Camilli, Daniele Chieffi, Letizia Di Tommaso, Fabio Famoso, Elisa Greco, Eliana Lanza, Filippo Nani, Raffaele Paciello, Rita Palumbo, Daniele Salvaggio, Rossella Sobrero, Fabio Ventoruzzo e Pier Donato Vercellone.

Ferpi rappresenta i professionisti che operano nelle relazioni pubbliche e nella comunicazione che operano in Italia. L’Associazione, costituita nel 1970, opera per valorizzare la professione, per rappresentare i propri iscritti e per garantire nei confronti di committenti ed imprese una tutela assicurata dai principi di etica e di autoregolamentazione dei comportamenti grazie ai codici adottati. Dal 2014 Ferpi è inserita nell’elenco del ministero dello Sviluppo Economico, riservato alle associazioni professionali che rilasciano attestato di
qualità ai propri iscritti.