Pirelli, firmato accordo Il gruppo diventa cinese

Prevista un'opa da 15 euro ad azione. Tronchetti Provera: "Garantito sviluppo e stabilità"

Dopo l'annuncio è arrivata la firma tra gli azionisti di Camfin e Cnrc, controllata di ChemChina per una partnership industriale di lungo termine per Pirelli.

La società di nuova costituzione Bidco che acquisterà da Camfin le azioni Pirelli lancerà un’opa a 15 euro per azione sia sulle ordinarie sia sulle risparmio con l’obiettivo di togliere il titolo da Piazza Affari. L'obiettivo è quello di concludere il riassetto che porterà Pirelli sotto l’ombrello cinese entro la prossima estate.

"L’accordo con ChemChina rappresenta una grande opportunità per Pirelli", ha detto il presidente del gruppo italiano, Marco Tronchetti Provera, "L’approccio al business e la visione strategica di Cnrc garantiscono lo sviluppo e la stabilità di Pirelli".

Commenti

Kosimo

Dom, 22/03/2015 - 21:54

tra non molto vedremo le portaerei cinesi in rada a Taranto a far visita d'amicizia come un tempo fu per quelle americane, il mondo è in continua evoluzione

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Dom, 22/03/2015 - 22:01

Anche la Pirelli ci ha salutato. Rimane un marchio Made in Italy??

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Dom, 22/03/2015 - 22:37

Un altro pezzo d'Italia passa dagl'incapaci ai rapaci uomini di facciata del regime(diversamente)comunista cinese.

mariolino50

Dom, 22/03/2015 - 23:17

Questo è un altro distruttore, ha fatto già sparire la Pirelli cavi, ora sparirà anche dalle gomme, e lui si godrà i soldi da qualche parte, possibile che siano tutti così, compreso lo stato che svende i treni ai giapponesi.

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 23/03/2015 - 01:23

anche questo e' un PESSIMO, un ennesimo "traffichino" civetta messo a capo di grandi gruppi industriali Italiani incapace di farli crescere e consegnarli in mano straniere..e il bello che sono in auge da anni..

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Lun, 23/03/2015 - 06:32

hai serva Italia di dolore ostello...(Manzoni). Spiace dirlo ma è così! Che paese e che popolo siamo...senza amor proprio, capaci di vendere un PEZZO IMPORTANTE della nostra identità industriale e di quell' eccellenza anche astetica di cui ci vantiamo (vantavamo)con orgoglio! Tutto viene (s)venduto a chiunque nella dimensione del profitto (di pochi) e nel danno a tanti.Tronchetti P., Pirelli....FIAT...anche l' Inter non è più nostra...e se uno vende la passione potrà vendere domani anche se stesso come stanno facendo in tanti....come vediamo tutti i giorni...e pazienza fossero tedeschi o francesi...ma vendere ai cinesi poi...che schifo!!

zingozongo

Lun, 23/03/2015 - 07:14

vabbe ma allora moratti ha venduto a thohir, il milan se lo compra mr bee se continua cosi sul duomo avremo una statuetta di buddha al posto della madunina

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Lun, 23/03/2015 - 07:36

Ma perchè vi lamentate? In fondo si tratta di un legame tra due realtà di stati comunisti. Il più grande partito comunista d'Europa (mantenuto tale dalla più grande compagine di teste da cxxxo del mondo) ha benedetto il legame con lo stato comunista più grande. Si tratta di cose GRANDI.

soldellavvenire

Lun, 23/03/2015 - 08:08

vedo che i "komunisti" non vi fanno affatto skifo quando pagano, eh?

Gianca59

Lun, 23/03/2015 - 09:15

Spero che Tronchetti Provera esca definitivamente dalla scena economica italiana: è questa l' unica opportunità !

WSINGSING

Lun, 23/03/2015 - 09:38

"Garantito sviluppo e stabilita". Staremo a vedere. Vorrei sapere cosa accadrebbe nel caso in cui i cinesi decidessero di licenziare gli operai italiani per assumere i connazionali. Ci ritroveremmo altri disoccupati italiani ed altri stranieri in Italia che, pian piano, diventeranno padroni.

vince50

Lun, 23/03/2015 - 10:23

Siamo sempre stati dei venduti opportunisti bisogna riconoscerlo,quindi inutile stupirsi Islamici Cinesi Giapponesi burundi compreso ci sottometteranno.Lo meritiamo ampiamente,abbiamo perso(forse mai avuto)dignità onore e il rispetto reciproco.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 23/03/2015 - 10:45

E quando non avremo più argenteria di famiglia da vendere?

giovauriem

Lun, 23/03/2015 - 11:15

tronchetti è tra i più furbetti d'italia , vi ricordate quando era il padrone della telecom con il 3% delle azioni ? (anche agnelli lo fu con il 3,7%) ha sempre usato un bassissimo profilo(tattica dove era maestro cuccia) ora ha venduto il gioiello di famiglia , e molto probabilmente scomparirà mediaticamente.