POPOLARE VICENZA Zonin: «Mi dispiace per Antonveneta»

L'assemblea di PopVicenza ieri ha approvato il bilancio 2012 che si è chiuso con un untile netto di 100 milioni (+6%) e ha deliberato la distribuzione di un dividendo unitario di 0,5 euro cash (0,8 euro in azioni l'anno scorso). È stato innalzato - secondo quanto previsto dalla riforma - il tetto di possesso individuale all'1% dallo 0,5. È stato inoltre approvato il finanziamento nuovi soci per l'acquisto della quota minima di azioni per ottenere la qualifica (100 titoli al prezzo unitario di 62,5 euro). Lo scorso 16 aprile è stato deliberato un aumento di capitale da 253 milioni mediante emissione di un bond. Riconfermati Gianni Zonin alla presidenza e Andrea Monorchio alla vicepresidenza. Il presidente ha commentato la recente incorporazione della storica «rivale» padovana Antonveneta in Monte dei Paschi. «Mi riempie di tristezza perché un è pezzo della storia del Nord-Est che se ne va», ha detto Zonin ricordando che PopVicenza fu fortemente sollecitata a «entrare in Antoneveneta» quando si trasformò in spa. «Giustamente non abbiamo accettato perché altrimenti avremmo chiuso anche noi venerdì alle 13.15», ha rimarcato il presidente evidenziando non solo l'intento di restare autonomi ma anche quello di rimanere «popolari». Comunque, ha concluso, Mps «è un'ottima banca e sono sicuro che a saprà organizzare validamente questo cambiamento».