Porsche, software illegale. Richiamate 30mila auto

Il ministro dei Trasporti tedesco ha ordinato il richiamo di circa 30.000 automobili Porsche dopo la scoperta di un sistema che consentiva di minimizzare il livello delle loro emissioni inquinanti

Il ministro dei Trasporti tedesco ha ordinato il richiamo di circa 30.000 automobili Porsche dopo la scoperta di un sistema che consentiva di minimizzare il livello delle loro emissioni inquinanti. Il software trovato sui modelli Cayenne e Macan del marchio controllato da Volkswagen costituisce un sistema "illegale2, ha dichiarato Alexander Dobrindt, che si è detto "tutt'altro che entusiasta" per il montare degli scandali sulle emissioni che stanno travolgendo l'industria automobilistica tedesca.

Commenti

Anonimo (non verificato)

kayak65

Gio, 27/07/2017 - 18:35

e poi pretendono di insegnare etica e innovazione agli altri. imbroglioni

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Gio, 27/07/2017 - 18:45

Quella Delle emissioni era una scusa per farci cambiare auto. Ora la cambiamo d nuovo perché era falsamente ecologiche. In pratica sono i governi a fregarci con le regole...infatti è chiaro, a chi non è uno stupido o ignorante, che i 4000 di cilindrata e i turbodiesel ne i benzina da cento cavalli possano fisicamente soddisfare i requisiti di impatto ambientale imposti dalle normative.

gianpiz47

Gio, 27/07/2017 - 21:13

I teteschi fanno sempre le cose per bene; se si tratta di barare poi sono maestri.

bremen600

Gio, 27/07/2017 - 22:06

Precisione TEDESCA...!!!

teo44

Ven, 28/07/2017 - 06:48

ma sti mangiapatate non sanno che la furbizia è made in italy? l'avesse progettata uno del pd avrebbe potuto dire che le emissioni più alte sono dovute all'aria inquinata aspirata dal motore e avrebbe pure vinto la causa

cgf

Ven, 28/07/2017 - 06:50

io ho una stella, mai più una stella, devo guidare io come vuole lei, inutile mettere le proprie impostazioni, il giorno dopo si riottengono quelle di default, che 'secondo loro' sono quelle migliori per me. Ovviamente lo 'zuccone' sarei io. Meno male che oltre al cambio automatico ho quello manuale al volante perché spesso e volentieri, tanto per dirne due, fa le salite in seconda ad oltre 3mila giri e le discese in 6a o 7a costringendomi a frenare continuamente, che non è cosa buona e giusta in discesa. Poi c'è l'assetto ed altro, ma perché me lo fai programmare se poi non lo memorizzi? I consumi? sbaglia anche la centralina, fatta controllare e dicono che è OK, ma tutti i pieni faccio km/lt ed immancabilmente consumo almeno un lt ogni 100km, non ci sono perdite, non sono mai in coda, faccio spesso strade con pochi o zero semafori...

curatola

Ven, 28/07/2017 - 08:06

da noi vige lo scandalismo e l'omertà a seconda delle convenienze: siamo flessibili....

umberto nordio

Ven, 28/07/2017 - 08:31

Taroccatori di professione.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 28/07/2017 - 11:47

kayak65,non hai ancora capito che c'è lo zampino italiano?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 28/07/2017 - 11:48

1.La Volkswagen ha ammesso che i motori Vw, Porsche e Audi con motori diesel da due o tre litri erano stati programmati per aggirare i controlli anti inquinamento durante i test di routine e tornare al normale funzionamento durante l’uso delle vetture su strada.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 28/07/2017 - 11:49

2. La truffa è andata avanti per anni prima di essere smascherata dalla West Virginia University. Pamio dovrà rispondere delle accuse di cospirazione, frode e di aver violato le norme ambientali statunitensi. Gina Balaya, portavoce della Procura di Detroit, ha detto di non poter precisare se contro di lui sono stati emessi provvedimenti di custodia.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 28/07/2017 - 11:50

3.L’ingegnere italiano è difeso dall’avvocato Terry Brennan, che non ha voluto commentare la vicenda. Agli atti risulta che Pamio era capo del reparto termodinamica del dipartimento per lo sviluppo dei diesel dell’ Audi a Neckarsulm, in Germania, e guidava una squadra di ingegneri al lavoro sul controllo delle emissioni dal 2006 a novembre 2015.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 28/07/2017 - 11:51

4. Lui e gli altri accusati avrebbero realizzato che era impossibile calibrare un motore diesel da 3 litri in modo che potesse rientrare negli standard statunitensi per le emissioni di ossido di nitrogeno senza violare i vincoli imposti da altri dipartimenti della Volkswagen. Per questo – si legge in una nota della Procura – Pamio avrebbe “indotto i suoi dipendenti a progettare e implementare funzioni di software volte a ingannare i test statunitensi sulle emissioni”. gianpiz47 SAI LEGGERE O NO.

cgf

Ven, 28/07/2017 - 12:12

pirl@treviri Pamio avrebbe “indotto i suoi dipendenti... a cosa? Non risulta da nessuna parte che abbia mai avuto partecipazioni ad utili/vendite e/o bonus a vario titolo. Altri sopra di lui invece...

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 28/07/2017 - 18:00

cgf informati documentati prima di scrivere.Pirlun.