Pressione fiscale, l'Italia al quarto posto tra i Paesi dell'area euro

Al pari della Finlandia con una tassazione al 44%. Un dato superiore alla media Ue e dell'Eurozona

Dal 42,5% al 44% nel giro di un anno. Nel 2012 la pressione fiscale in Italia è tornata a salire, portando il Paese al quarto posto nella poco positiva classifica degli Stati più gravati dalle tasse tra quelli che hanno adottato la moneta unica europea.

I dati li fornisce la Banca d'Italia, che spiega come nell'area euro siamo appaiati alla Finlandia. Anche nel paese scandinavo la pressione fiscale è infatti al 44%. Se si considera la più estesa Unione Europea, si passa invece dal quarto al sesto Stato più tassato.

La pressione fiscale maggiore nell'area e si registra invece in Danimarca, dove le tasse arrivano al 49% sul Pil, subito dietro il Belgio (47,3%) e la Francia (46,9%). Al quarto e quinto posto precedono l'Italia Svezia (44,7%) e Austria (44,6%).

Le tasse nel nostro Paese sono superiori alla media europea (40,5%), ma anche a quella dell'Eurozona (41,6%).

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 06/12/2013 - 11:59

anche questo è per colpa della sinistra comunista mafiosa e ladrona!! dai tempi di occhetto, hanno sempre fatto aumentare la pressione fiscale per rubarci i soldi con la storiella delle tasse che non bastano a coprire tutte le spese.... :-) BASTARDI COMUNISTI!

Ritratto di Sniper

Sniper

Ven, 06/12/2013 - 12:28

Un sentito grazie a coloro che praticano evasione, elusione e frode fiscale, costringendo gli onesti a pagare piu' del dovuto. Liberi professionisti, medici specialisti, avvocati, notai, commercialisti, commercianti, imprenditori, e cosi' via, tutti Imitatori, e non per niente Elettori, del Gran Pregiudicato Decaduto.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Ven, 06/12/2013 - 12:36

Bel posto la Svezia, dove sono tutti dipendenti pubblici. Se lo possono peermettere, non hanno l'€uro. Noi con la liretta ci potevamo permettere baby pensionati e sindacati che si credevano padroni delle fabbriche perché l'economia andava bene. Con l'€uro ci hanno tolto le pensioni, i giovani, oggi precari, camperanno con la pensione sociale come gli immigrati. La cosa buona è che i sindacati ormai non contano più nulla... Se rompono le scatole basta chiudere la fabbrica e delocalizzare in lidi più accoglienti (non tutto il male vien per nuocere). Anche la Danimarca, altra patria del welfare non ha l'€uro. La cosa comica è che questo "capolavoro" l'ha fatto la sinistra che ha danneggiato gli interessi delle persone che doveva tutelare.

Zizzigo

Ven, 06/12/2013 - 12:39

Al solito, i dati forniti da Banca d'Italia sono fasulli! La tassazione in Italia supera il 55% con picchi del 70%... è la solita storia, gli altri Paesi, almeno hanno i servizi, noi solo le tasse. E non si può sostenere che la tassazione, in Italia, non supera il 44%, perché nel conteggio si tiene conto del numero degli abitanti, compresi i poppanti! Gente, imparate a riconoscere le frottole!

electric

Ven, 06/12/2013 - 12:55

Sniper, vedo che hai le idee MOLTO confuse. Concordo nel fatto che bisogna colpire gli evasori, tra i quali CERAMENTE non figura Berlusconi. Anzi, direi senza ombra di dubbio che lui è ed è stato tra i massimi contribuenti del fisco. Non concordo nel fatto che se TUTTI avessero pagato, noi contribuenti normali avremmo pagato di meno. Questa mi sembra proprio una barzelletta per gli allocchi. I soldi in più sarebbero serviti solo ed esclusivamente per riempire ancora di più le tasche dei nostri politicanti e lo sperpero pubblico. E di questo stanne certo.

electric

Ven, 06/12/2013 - 12:57

Zizzigo, hai PERFETTAMENTE ragione.

m.m.f

Ven, 06/12/2013 - 12:58

SACCOMANNI A CASA SUBITO! MONTI IN GALERA QUANTTO MENO CHE VENGA DENUNCIATO!CHI LO AVEVA MESSO LI E' NOTO A TUTTI ANDREBBE LAPIDATO IN PIAZZA PUBBLICA TRA L'ALTRO NEMMENO ELETTO DAL POPOLO SOVRANO. ZANONATO FA RIDERE SOLO A VEDERLO ANCORA DI PIU' QUANDO PARLA. LETTA ...............LASCIAMO PERDERE.............. IL PAESE HA UNA SOLA VIA DI USCITA : ISTRUTTURARE IL DEBITO O IL FALLIMENTO!

Ritratto di Sniper

Sniper

Ven, 06/12/2013 - 13:19

electric, B. e' stato condannato per frode fiscale, anche se voi lo considerate personalmente innocente la frode della sua azienda c'e' stata, e poi ripensi alla leggina che consenti' alla Mondadori di non pagare quasi 400 milioni di euro di TASSE NON VERSATE, e poi il fatto che sia il maggior contribuente italiano non vuol dire che abbia pagato tutto il dovuto, e poi, e poi...Perche' deve per forza difendere l'indifendibile? Cos'e', sul suo libro paga? E poi, se non capisce che pagare tutti significa pagare meno, mi sembra che l'allocco sia lei. Evidentemente lei e' uno di quelli che non paga il dovuto, con la scusa che tanto e' sprecato...complimenti! Cca nisciun'e' fesso...

Ritratto di orcocan

orcocan

Ven, 06/12/2013 - 14:02

Toh! L'argomento si sposta sempre su B. Mi domando a che ca@@o servo gli articoli dei giornali (tutti) se poi i commenti si traducono in discussioni, insulti, colpevoli e innocenti con l'ossessiva attenzione al solito Anticristo. In merito alla pressione fiscale, perche' di questo si dovrebbe discutere, abbiamo ragione a lamentarci, ma se alle imposte corrispondesse un servizio pubblico efficiente privo di parassiti, la stragrande maggioranza degli italiani accetterebbe di buon grado a pagare il dovuto.

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Ven, 06/12/2013 - 14:02

@electric - spero che la tua affermazione sul Berlusconi onesto contribuente sia una difesa d'ufficio... gli unici italiani onesti contribuenti sono (forse) quelli che vanno a mangiare alla Caritas.

Boxster65

Ven, 06/12/2013 - 14:33

Il problema non è solo quanto paghiamo ma quanto non riceviamo in termini di servizi che sono invece da terzo mondo. Per non pagare che io pago la retta piena all'asilo di mia figlia mentre persone che conosco che viaggiano in fuoriserie e che fanno gli idraulici hanno l'esenzione per i figli all'asilo!! Viva l'Italia!!

antonio54

Ven, 06/12/2013 - 15:46

Nei paesi menzionati le tasse pagate, ritornano sotto forma di servizi, vedi: scuola, giustizia, fisco, sanità ecc. questa è il modo corretto di gestire il denaro altrui. Con un particolare, che lì, i servizi funzionano tutti, mentre qui da noi non funziona un tubo. Questa è la differenza sostanziale...che non è poco. Quindi, azzardare un paragone mi sembra del tutto fuori luogo. In pratica non c'è partita... come si suol dire.

pinolino

Ven, 06/12/2013 - 16:37

Le tasse vanno aumentate perché la qualità dei servizi svedesi è tutta merito di quello 0,7% che pagano in più rispetto a noi.

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 06/12/2013 - 16:39

Però bisogna essere onesti, per i servizi di merda siamo i primi.

giovanni PERINCIOLO

Ven, 06/12/2013 - 17:01

Le tasse in senso assoluto possono anche significare ben poco. Quello che conta é il ritorno che ne ha il cittadino e sono sicuro che molti cittadini sarebbero ben contenti di pagare quanto pagano i danesi se ricevessoro in cambio quello che ricevono i danesi! Da noi invece la maggior parte delle tasse sono soldi buttati al vento grazie a una classe politica e amministrativa pletorica, pasticciona, inconcludente, fancazzista e spesso ladra! A cominciare dagli "addetti" alla pubblica aministrazione che possono variare dal semplice al doppio e oltre da regione a regione a parità di territorio e popolazione! Ai forestali dove non ci sono foreste e via elencando! Centinaia e centinaia di netturbini e strade che spesso sembrano porcilaie! "Servizi" degni del terzo mondo ma con addetti pagati come professionisti di fama! Giudici che lamentano di essere troppo pochi per giustificare i ritardi sistemici ma non rinunciano ai due mesi di ferie di cui solo loro godono senza contare i troppi « distacchi » molto ben retribuiti che si autoconcedono in nome della ..… autonomia della magistratura!

blues188

Ven, 06/12/2013 - 17:01

Ma perché con l'Italia che langue in una crisi mortifera, lo Stato concede alla sola Basilicata il regalo di pagare, con apposita carta, il carburante a solo 60 (sessanta) centesimi litro? Qualcuno poi vuol dire che il Nord è razzista?

eloi

Ven, 06/12/2013 - 17:14

Perchè Luca Romano non ci fa conoscere anche il paragone della qualità dei servizi al cittadino. Non siamo sicuramente al quarto posto.

Ritratto di semovente

semovente

Ven, 06/12/2013 - 17:20

Ancora un piccolo sforzo e finalmente riusciremo ad essere primi in qualcosa. CORAGGIO, METTETECELA TUTTA.

eloi

Ven, 06/12/2013 - 17:20

Pisistrato. Non sono e non vorrtei essere fra coloro che vanno a mangiare alla Caritas. Ogni tanto le cronache ci propinano la notizia: Morto tizio, ha fatto la vita del barbone, tra i suoi stracci trovate centinaia di migliaia di euro!

ted

Ven, 06/12/2013 - 17:35

QUESTE STATISTICHE SONO ALTAMENTE FUORVIANTI!!!Lo dico con cognizione di causa conoscendo benissimo sia la Svezia che la Finlandia (mia moglie è di Helsinki).P.e. se la tassazione globale è quella descritta NON vengono forniti i dati sui soldi che ritornano indietro ai cittadini come TRASFERIMENTI a vario titolo E soprattutto attraverso una ALTISSIMA EFFICIENZA della Macchina Pubblica (praticamente in Svezia puoi sbrigare qualsiasi pratica per telefono)!Alcuni nesempi:n Svezia e Finlandia le famiglie hanno diritto ad avere dallo Stato ca Euro 100/mese per ogni bambino fino al compimento di 18 (diciotto anni) ,altro esempio ,alle famiglie bisognose come alle mamme single lo Stato paga l'affitto , ancora , TUTTI hanno un salario sociale in mancanza di reddito salvo aver dimostrato che si è cercato lavoro e dopo 2 rifiuti ti negano il sussidio ,ancora, lUniversità come la scuola sono GRATIS (dove i bambini mangiano a spese dello Stato), i libri NON si pagano perchè forniti dalla Scuola,salvo poi essere tenuti a conservarli bene perchè devono alla fine dell'anno restituiti per essere usati dai compagni dell'anno dopo e tante altre cose !Queste sono società MOLTO BENE ORGANIZZATE dove soprattutto NESSUN POLITICO RUBA(pagati con salari normali, il 1°Ministro svedese prende E.6.500 netti ) e chi lo fà và diritto IN GALERA!Ah già che ci siamo e per completare il quadro :al contrario di quello che si pensa ,la tassazione sulle Imprese è MOLTO BASSA (N.B. NON esiste l'IRAP chiaramente) !!In Svezia in Moderati sono riusciti ad abbasarle piano piano arrivando al 2014 a tassarle ,udite udite ,al 22%(VENTIDUE)!!!Ed alla faccia dei comunisti nostrani ,il lavoro è al MASSIMO DELLA FLESSIBILITA' , tutti possono essere licenziati in un batter di ciglio INCLUSO NEL PUBBLICO IMPIEGO!!!Quindi sono società dove COMBINANO una ottima EFFICIENZA della PA ,una ottima assistenza sociale ,una bassa tassazione delle Imprese ed una MASSIMA FLESSIBILITA' nel mondo del lavoro!!! Amen.

fedele50

Ven, 06/12/2013 - 17:55

EURO CHE MALEDIZIONE, PIU CHE MALEDIRE SAREBBE DA ARRESTARE X ALTO TRADIMENTO QUEL PORCELLONE DEL MORTAZZA, CHE NON CONTENTO DI AVERCI SVENDUTO SENZA INDIRE UN REFERENDUM X CAMBIARE MONETA COME SI FA IN UNA NAZIONE CIVILE , CI AH FATTO INVADERE DAI PRODOTTI/ MONNEZZA DEI CINESI, TANTO E VERO CHE è UN LORO CARO COMPAGNO , MALEDETTO MARTAZZA E, CHI TI STA DIETRO.

gian paolo cardelli

Ven, 06/12/2013 - 17:59

Sniper, la sua ignoranza è abissale: i 360 milioni (non 400) sono i presunti MAGGIORI COSTI iscritti a bilancio, non le tasse evase. La presunta evasione sarebbe quindi stata circa di 160 milioni IN VENT'ANNI, cioè 8 milioni l'anno, cioè un'inezia per chi, in quel periodo, pagava 500 MILIONI DI TASSE L'ANNO... di "enorme", per usare l'aggettivo usato dai magistrati, c'è solo la sua credulità. Oh, poi aspetto sempre che un "sinistro" mi/ci spieghi in quale articolo della nostra legislazione la responsabilità di una società di capitali è di un socio e non dell'Amministratore delegato: sicuramente lei, Sniper, non risponderà, vero? ovvio...

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Ven, 06/12/2013 - 20:03

Autodenuncia di reato di dabbenaggine consumato in gioventù e reiterato caparbiamente negli anni:" Il sottoscritto, cmplice laconsorte,iniziòuna,quarantina i anni fa, la costruzione della sua abitazione colpevolmente troppo grande per i normali standard. Non chiese niente a nessuno, per anni rinunciò a nuovi vestiti, scarpe, vent'anni la medesima utilitaria, pizza neanche a parlarne. Ovviamente parlare di ferie equivaleva ad una bestemmia (ma questo non fu un gran peso, visto il paesino dove abita. Si dichiara pentito per quanto sopra ed accetta ad espiazione della colpa la rapina che lo stato, per il tramite dei suoi locali amministratori ha portato a compimento richiedendogli il saldo TARES 2013". E' molto grave non aver capito che la casa te la deve dare lo stato, non si deve risparmiare, possibilmente on pagare affitto o bollette varie, essere insomma un parassita della società attendendo la manna dal cielo. Giuro che non lo farò più. Saluti alla sinistra e vincente mentalità. P.S. SNIPER 12.28: Lei si che se ne intende, complimenti.

Bocca della Verità

Sab, 07/12/2013 - 03:38

@ ted - Ven, 06/12/2013 - 17:35: grazie per l' informazione. Conferma quanto da anni sentivo da piú parti. L' italietta falso-masochista (in realtá soltanto sadica) dei tassatori per "vocazione" (alla "electric", per intenderci...) é finalmente capolinea. La RIVOLTA GENERALE é l' unica via percorribile rimasta. Altrimenti si deve sperare in una invasione straniera che metta fine a 'sto sconcio. Comunque sia: A MORTE LE TASSE ! BdV

Bocca della Verità

Sab, 07/12/2013 - 03:42

FE DE ERRATA: mi riferivo a "Sniper". Chiedo venia ad "electric"... BdV

Baloo

Sab, 07/12/2013 - 07:01

Nelle diagnosi siamo tutti abbastanza bravi. Siamo invece scadenti quando si tratta di passare dalla diagnosi alle terapie. Le diagnosi sono propedeutiche alla cura e non devono essere fini a se stesse.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 07/12/2013 - 08:17

m.m.g che dici , Monti è un santo, un santo che vede la luce in fondo al tunnel ,quanti politici vedono luci e che dicono che nel 2014 la Italia andrà meglio molti sono.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 07/12/2013 - 08:18

si ma andate a vedere le paghe di un paese nordico se sono stipendi da morti di fame come in Italia.

Ritratto di curbin

curbin

Sab, 07/12/2013 - 08:44

44 erano i gatti in fila per tre col resto di due. A casina nostra il fornaio, il fruttivendolo, la lavanderia, il barettino ecc. ecc. pagano più del 60. E poi ci lamentiamo se gli imprenditori se ne vanno. Provate a pagare la previdenza con i contributi degli operai licenziati o cassintegrati. POVERA ITALIA !! Siamo proprio cotti!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 07/12/2013 - 14:23

sono 14 file per 3 resto di due che quei due presto ve li mangerete voi dalla fame.Ciao caro.CURBIN....