La pressione fiscale sale, l'Istat: "È volata al 43,8%"

Nel secondo trimestre 2013 le imposte indirette sono calate del 2,1%, anche per effetto del mancato versamento della prima rata

La pressione fiscale vola alle stelle, il potere d'acquisto delle famiglie crolla. Gli effetti della recessione e delle cattive politiche economiche si fanno risentire sul portafogli degli italiani. Mentre imposte, balzelli e tasse continuano a crescere, la spesa delle famiglie è costretta a contrarsi.

Secondo il report pubblicato dall'Istat, nel secondo trimestre dell'anno si è attestata al 43,8%. Un rialzo di 1,3 punti percentuali rispetto al 2012 e di 4,7 punti sul trimestre precedente. Nei primi due trimestri, il dato cumulato balza al 41,5% rispetto al 40,6% registrato nel 2012. Secondo gli ultimi dati elaborati dall'istituto di statistica, le imposte indirette sono, infatti, calate del 2,1% nel secondo trimestre del 2013. A influire sul calo c'è anche il mancato versamento della prima rata. "Complessivamente - si legge nel documento dell'Istat - le entrate correnti sono aumentate dell’1,2% con un +4,1% delle imposte dirette che bilancia il calo delle indirette". Le uscite correnti sono salite dello 0,7%, che risulta da un -2,3% dei redditi da lavoro dipendente, da -7% degli interessi passivi e da un aumento del 4,1% dei consumi intermedi e del 2,9% delle prestazioni sociali. Nello stesso periodo dell'anno, il potere d’acquisto delle famiglie ha registrato un calo dell’1,7%. Nel secondo trimestre del 2013 il reddito disponibile è, infatti, diminuito (al netto della stagionalità) dello 0,6% rispetto al trimestre precedente, quasi invariato rispetto al 2012 (+0,1%).

Nei primi sei mesi del 2013, il rapporto tra il deficit e il pil è calato al 4,1% rispetto al 4,4% dello stesso periodo del 2012. L'abolizione dell'Imu sulla prima casa ha avuto effetti sulle imposte indirette.

Commenti
Ritratto di pisistrato

pisistrato

Mar, 08/10/2013 - 11:18

Questa è "musica" per le vetuste orecchie del Berlusca: alle prossime elezioni metterà una testa di legno in sua vece a proporre un bel condono tombale come primo punto del suo programma di governo e farà il tutto esaurito alle urne.....

timoty martin

Mar, 08/10/2013 - 11:19

E tutti ringraziamo Letta e ministri, ma anche Napolitano, Prodi (il prof. illuminato !!!), Bersani, Dalema & C°, tutti di sinistra, incapaci di governare. Per coprire le spese hanno fatto l'unica cosa che sapevano fare: aumentare le tasse, ridurre sempre più il potere économico dei "piccoli", i veri lavoratori.

Zizzigo

Mar, 08/10/2013 - 11:44

Mentalmente ed ideologicamente disonesti, all'ISTAT tengono conto anche dei poppanti e di chi non paga tasse. La pressione fiscale ha superato il 60%, per un ex-benestante e, per chi non l'avesse ancora notato, l'IVA, aumentando dal 21% al 22%, semplicemente considerata come tassa, è aumentata del 4,7%...

vince50_19

Mar, 08/10/2013 - 11:52

pisistrato - Allora siamo messi proprio bene: questi al governo alzano le tasse per recuperare i deficit senza proporre alcunchè di positivo in tema di crescita del Pil (tranne quella delle tasse), la gente tira i remi in barca sempre più, la produzione cala vistosamente; le sue previsioni dicono che si andrà avanti a condoni se torna il cdx al governo (credo poco in questa tesi, visto che in Italia la Troika Ue comanda sempre più spavaldamente e chiunque governerà avrà sempre più le mani legate).. Cosa ci resta da dire, fare? "Io speriamo che me la cavo o far andare al governo i grillini?" La soluzione è un'altra: o ci si mette tutti insieme lasciando perdere le solite ideologie fine a se stesse e si fa muro alla Ue e ai plenipotenziari massonici che si "allargano" sempre più in casa nostra, oppure scrivo tre sole paroline: siamo proprio fottuti!

franco@Trier -DE

Mar, 08/10/2013 - 12:00

Suppongo che lo abbiate capito che in Italia se continua così ci sarà una guerra civile presto.

fcf

Mar, 08/10/2013 - 12:23

La sinistra non ha MAI fatto nulla per ridurre la pressione fiscale anzi, l'ha sempre aumentata e continuerà a farlo. Non si vede NULLA circa le riduzioni degli sperperi e tanto meno il taglio al numero dei parlamentari. Non illudiamoci che da parte dei sinistri si possa far qualcosa perché si tratta di incapaci cronici.

aredo

Mar, 08/10/2013 - 12:24

Per chi le paga le tasse sono al 55-65% di media. Per la sinistra che figura povera ovvio loro hanno anche diritto a sussidi, agevolazioni, pensione sociale.. "poverini"..

gian paolo cardelli

Mar, 08/10/2013 - 12:29

Grazie "magliette di sinistra": tutto questo è grazie alla vostra imbecillità nel continuare a credere al "Dio Stato" ed a chi vi sta prendendo per i fondelli spacciandosi per "politico preparato e competente" da quando Marx scrisse la sua eresia!!!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 08/10/2013 - 12:52

L'Italia è oppressa come Berlusconi. Ecco perchè è bene che il PDL chieda agli elettori la magioranza assoluta: Per fare un bel repulisti dei burocrati, a cominciare dai magistrati.

roberto78

Mar, 08/10/2013 - 12:53

qualcosa non torna... l'annullamento della prima rata dell'imu contribuisce a diminuire le imposte indirette????? queste ultime calano per la riduzione dei consumi, mica per l'effetto imu... Anzi: nonostante l'abolizione dell'imu la tassazione diretta è aumentata (non so, ma non mi stupirei se fossero le imposte locali)

poitelodico

Mar, 08/10/2013 - 13:11

W l'Italia, paese in via di sottosviluppo!

wavettore

Mar, 08/10/2013 - 20:07

Non e’ piu’ possibile concepire gli eventi nel Mondo come se questi non fossero tutti correlati. Un nebuloso puzzle di una volta diventa adesso un Quadro chiaro ed evidente: “Da simultanee rivolte sobillate in tanti Paesi Arabi l'unico a trarne beneficio sara' infine lo Stato di Israele con l'espansione del proprio territorio mentre in Europa e negli USA, le risorse finanziarie "come magia" spariranno attraverso bailouts, tagli fiscali ed elaborate manovre di emergenza che saranno legiferate solo per apparire di beneficio a quei Paesi ma invece disegnate apposta per il loro collasso (eccetto l'Inghilterra che spingera' l'Europa oltre il precipizio). Dalla grande poverta' arrivera' il caos e l'anarchia mentre l'ingovernabilita' preparera' il palco per una Tirannia Mondiale ed il ritorno di George Bush. Sara' proprio durante il caos che si innalzera'una voce con la pretesa di sistemare tutto e tutti. Quella sara' la biforcuta lingua di agenti del Nuovo Ordine del Mondo (come Berlusconi in Italia o Mc Cain negli USA). Non le proteste ne la violenza per le strade potranno mai opporre una tale minaccia all’intera Umanita’ configurata all’interno di un Piano che si avvale dei suoi lunghi tentacoli e della memoria corta delle genti. TV, giornali ed altri media al soldo dei Sionisti faranno il resto per confondere quello che dovrebbe essere gia’ certo e cristallino. Esiste una singola Soluzione per questa pianificata serie di eventi. http://www.wavevolution.org/it/humanwaves.html