Pressione fiscale alle stelle: un terzo dello stipendio va in tasse

Nel 2014 il peso della tassazione su una famiglia monoreddito con due figli è stato del 39%, 0,5 punti percentuali in più del 2013

Le tasse si portano via lo stipendio degli italiani. Torna a salire in Italia il cuneo fiscale, sia per i single che per le famiglie. Secondo i dati del rapporto 'Taxing wages' dell'Ocse, nel 2014 il peso della tassazione su una famiglia monoreddito con due figli è stato del 39%, 0,5 punti percentuali in più del 2013, e il quarto più elevato tra i Paesi dell'organizzazione. Per i single, il cuneo è aumentato di 0,37 punti al 48,2%, collocando l'Italia al sesto posto per pressione fiscale tra i Paesi Ocse.

Nel 2013, il cuneo fiscale per le famiglie monoreddito era invece calato, sempre di 0,5 punti, e l'Italia era così scesa al 5/o posto della graduatoria tra i Paesi Ocse, superata dall'Austria, che nel 2014 scende invece al 6/o posto. Invariato il trio di Paesi in cui la pressione fiscale per questa categoria di famiglie è più elevata: Grecia (43,4%), Belgio (40,6%) e Francia (40,5%).

Per quanto riguarda i single senza figli, la posizione dell'Italia nella classifica della pressione fiscale stilata dall'Ocse nel 2014 resta invariata rispetto al 2013. Davanti al nostro Paese ci sono sempre Belgio (55,6%), Austria (49,4%), Germania (49,3%), Ungheria (49%) e Francia (48,4%).

Commenti

Zizzigo

Mar, 14/04/2015 - 17:12

Ma, se per caso, disgraziatamente, hai una seconda o una terza casa, sei rovinato. La tassazione balza al 60% ed oltre. Chi cavolo è che stila queste fandonie statistiche? E quali rapporti ci sono tra i vari paesi in merito ad IMU e TASI e TARSU?

Marzio00

Mar, 14/04/2015 - 18:43

Abbiamo un apparato statale forte con i deboli e deboli con i forti: morale i dipendenti, i pensionati e i liberi professionisti in regola vengono spremuti come limoni! Ma anche ammesso che il cuneo fiscale è alto la domanda da fare è quale sia il ritorno per i cittadini: infrastrutture recenti che crollano, servizi sempre più scarsi ed inefficienti, poca sicurezza, difesa del territorio inesistente e chi più ne ha ne metta. Dove vanno i nostri soldi? A cosa servono se lo Stato non li traduce in vantaggi, opportunità, servizi per la collettività?

Anonimo (non verificato)

Ritratto di franco_DE

franco_DE

Mar, 14/04/2015 - 23:29

mica dispiace agli italiani questo, se hanno votato il PD vuole dire che li tratta bene.