Protagonisti i bancari

Piazza Affari resta sempre tra le prime Borse mondiali, nel realizzare nuovi massimi dell’anno, avvicinandosi sempre più ai livelli record toccati prima dell’11 settembre 2001. L'indice S&P/Mib di Borsa Italiana ha toccato ieri il nuovo massimo dalla sua introduzione nel giugno 2003, chiudendo a 35.803 punti. Ancora protagonisti del mercato i titoli del risiko bancario, con Bpi in ulteriore recupero dell’1%, mentre si rafforzano le quotazioni di Popolare Verona e Novara, nonchè di Bpu; non si arresta la corsa di Banco Desio (più 4,3%), ed Anima (più 3,2%). In fermento il comparto assicurativo, per l’impennata Alleanza (più 2,5%), al ritorno dei rumors circa una possibile Opa da parte della controllante Generali (più 1,5%). Il risveglio di Gim e Smi hanno fatto decollare le quotazioni delle due holding del gruppo Orlando di oltre il 10%. Limate le Fiat (meno 0,4%) dopo che ieri la capitalizzazione del gruppo torinese aveva superato quella di General Motors. Rally di Geox, ed in luce Gemina (più 2%) in vista della riunione del patto di sindacato; nuovo crollo di Eurotech (meno 13,8%), mentre Eurofly al suo debutto ha perso l’1,6% sul prezzo di collocamento.