Quella mossa di Ghizzoni che infiamma la guerra del contratto

Le nuove filiali «leggere» (e automatizzate) pensate da Unicredit non piacciono ai sindacati, con in testa la Fabi di Lando Maria Sileoni (nella foto). Il gruppo di Federico Ghizzoni con il progetto «Open» supera infatti la figura del «cassiere puro» in nome della multicanalità. Dietro alla scaramuccia di bottega (i cassieri percepiscono un'«indennità di cassa», 220 euro in media, oltre a essere coperti da polizze ad hoc), c'è il vero dato politico. La figura del «cassiere videoterminalista» è prevista dal contratto di categoria, che scade a settembre. Le distanze tra l'Abi e i sindacati per la sua riscrittura restano siderali, complice appunto la volontà delle banche di disegnare mansioni più flessibili, senza aumenti salariali. Insomma per i sindacati i piani di Unicredit sono una spallata da evitare.