Corrado Clini: "L'Ilva è stata svenduta: nel 2012 valeva quasi 9 miliardi"

L'ex ministro: "La colpa è di chi voleva la nazionalizzazione"

Corrado Clini ha gestito da ministro dell'Ambiente del governo Monti la grande questione dell'Ilva e oggi, che si è arrivati alla vendita, legge i fatti alla luce della gestione del problema negli ultimi 5 anni.

Professore, due cordate si fronteggiano anche se quella Arcelor-Mittal sembra favorita rispetto ad AcciaItalia, ma si temono 6mila esuberi, i lavoratori sono in sciopero e il confronto tra governo e sindacati è durissimo: prevedeva questo epilogo?

«C'era da aspettarselo. È il risultato della catastrofica perdita di posizione sul mercato di quella che era la più grande acciaieria d'Europa. Nel 2012, quando feci accettare alla famiglia Riva il piano di risanamento e ammodernamento degli impianti con un investimento, il valore dell'asset era attorno a 8-9 miliardi, ora le offerte sono di 1 miliardo e 800 milioni di AcciaItalia e di 2.300 milioni di Arcelor-Mittal. Un quinto del valore del 2012, la riduzione dell'occupazione è connessa alla progressiva perdita di quote di mercato con il conseguente calo di produzione. Ovviamente tutto questo si ripercuote sull'indotto. Se fosse stato attuato il piano, che doveva essere completato entro il 2015, oggi l'Ilva sarebbe l'acciaieria più moderna e competitiva d'Europa».

Si paga la scelta del governo Letta di aver interrotto quel percorso e di aver scelto il commissariamento?

«Non c'è stato il coraggio politico e istituzionale di proseguire la strada indicata da governo e parlamento nel 2012. Ha prevalso una campagna mediatica senza precedenti che ha attribuito allo stabilimento tutti i rischi per la salute generati nella città da molti altri fattori, sostenuta da provvedimenti giudiziari incomprensibili e da forze (nella maggioranza di allora e nella Fiom di Landini) che spingevano per la nazionalizzazione, come negli anni '70, delle Partecipazioni statali. Nessuno ha voluto prendere in considerazione tranne l'allora vicepresidente della Commissione Ue Antonio Tajani, il mio allarme sulla connessione tra l'attacco all'Ilva e l'interesse dei competitor europei e internazionali per la riduzione della presenza dell'Ilva sul mercato dell'acciaio. I commissari si sono trovati a gestire il declino dell'acciaieria».

Lei è convinto che si potesse salvare la posizione sul mercato e l'occupazione senza rischi per la salute dei cittadini?

«Gli interventi urgenti a difesa dell'ambiente e della salute del piano erano la garanzia per la continuità della produzione e la salvaguardia dell'occupazione. Invece, questi interventi sono stati rinviati nel tempo e diluiti nella sostanza, il termine del 2015 è stato prorogato al 2018».

Anche la magistratura...

«Nel 2012 uno dei 3 miliardi che i Riva destinavano al risanamento era disponibile sotto forma dei prodotti pronti alla vendita. Ma il gip di Taranto li sequestrò come corpo del reato. Superammo il blocco con una legge, ma la Consulta riconobbe la legittimità. Eravamo nel 2013 e il governo successivo decise il commissariamento. Tutte le scadenze sono saltate e ci troviamo a questo punto».

Commenti
Ritratto di combirio

combirio

Gio, 01/06/2017 - 08:49

Esattamente il piano Grecia! Quello che sta attuando la sinistra! Far valere tutto niente dell' Italia e far comprare per 4 soldi agli stranieri.Poi però sarà vietato lamentarsi.

fifaus

Gio, 01/06/2017 - 08:57

I tedeschi festeggiano.Uno dei problemi più seri del nostro Paese è la presenza nei ruoli chiave della politica dell'economia e della finanza di squallidi personaggi pronti a vendersi ai veri poteri forti, che siano tedeschi o americani. In altre parole, di traditori.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Gio, 01/06/2017 - 09:31

É l´Italia che é marcia.

Fjr

Gio, 01/06/2017 - 11:01

Chissà perché ma mi ricorda una vecchia storia in cui c'entrava Prodi, mi viene in mente l'Alfa Romeo svenduta per due noccioline

giovanni951

Gio, 01/06/2017 - 11:20

il mondo é diviso tra furbi e fessi e noi siamo tra i secondi. Ci spolperanno e nessuno dice niente...politicanti traditori e cittadini imbelli piú interessari alla nazionale di calcio che alla nazione.

Zizzigo

Gio, 01/06/2017 - 11:24

Mors tua, vita mea, il giuoco UE per strappare tutte le energie produttive ai paesi competitori della Germania ha vinto! e i ruspanti polli nostrani non hanno potuto evitare di farsi tirare il collo. Ma qualcuno ha pestato nel torbido, come le agenzie immobiliari, che rovinano il mercato spingendo al ribasso.

Felice48

Gio, 01/06/2017 - 11:32

Anche questa è fatta. Secondo me fa parte di un piano partito da lontano (vedi caos giudiziario con blocco di tonnellate e tonnellate di materiale)per ammazzare le maggiori realtà del nostro (ex) paese.

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 01/06/2017 - 11:46

secondo me l'ilva sarà pagata intorno ai 3 miliardi , ma il costo reale, che sborserà l'acquirente ammonterà a 4 miliardi , le bustarelle , le tangenti e le mazzette per la politica ; le volete calcolare?

aldoroma

Gio, 01/06/2017 - 11:54

un regalo...voluto da questo governo.

schiacciarayban

Gio, 01/06/2017 - 13:03

Come sempre magistratura, burocrazie e ambientalsti affossano l'Italia, cos c'è di nuovo?

Ritratto di DARDEGGIO

DARDEGGIO

Gio, 01/06/2017 - 13:29

La storia si ripete, i meccanismi sono gli stessi che hanno portato alla svendita dei più appetibili complessi industriali italiani. Porto un solo riferimento che peraltro conosco molto bene. La Montedison era una grande azienda di prestigio internazionale. Era ampiamente competitiva a livello mondiale i tutti i settori strategici del chimico, farmaceutico e petrolchimico. La prima politica ne aveva rispetto poi è arrivata la politica d'assalto che in prima battuta l'ha contagiata e poi l'ha smembrata mettendone in svendita i molti brandelli. Avrebbe dovuto nascere un enorme agglomerato industriale con aggregazioni ENI Montedison (leggasi Cagliari Gardini) ma, alla prova dei fatti sappiamo tutti come è finita. Sarebbe pur ora che chi si occupa scientemente di storia inizi ad esplicitare (seppure a titolo accademico) la verità storica. Si dirà che sono un paranoico veggente ma sarebbe bene che dietro la parola “politica” si iniziasse a vedere la parola “massoneria”.

agosvac

Gio, 01/06/2017 - 14:16

In pratica tra Governo, sindacati e magistratura si è perso un gioiello dell'acciaieria italiana per svenderla a non si sa chi, probabilmente i concorrenti europei!!! Chissà quanto ci hanno guadagnato i soliti "noti"!!!!! La domanda è: si può essere così completamente masochisti???????

Ritratto di malatesta

malatesta

Gio, 01/06/2017 - 14:41

Quest'uomo rappresentato in foto e' il Super Commissario incaricato dalla Stato Italiano che affermo' che le morti di tumore non erano causate dalle emanazioni dell'ILVA, ma dal fumo delle sigarette di fumatori incalliti dipendenti dell'ILVA...eccoli i veri delinquenti.

schiacciarayban

Gio, 01/06/2017 - 14:43

Sarebbe bello che un giorno qualcuno facesse i conti di quante centinaia di miliardi di euro i nostri politici e i nostri apparati pubblici vari hanno buttato nel cesso. Potremmo essere un paese ricco, ma ovviamente la colpa di tutto ciò non è mai di nessuno...

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Gio, 01/06/2017 - 14:52

Ma è mai possibile che quando la sinistra è al governo vengano vendute a francesi e altro pezzi importantissimi delle nostre industrie? E se non è il governo sono certi giudici sempre di quella tendenza? Cosa ci sta sotto?

schiacciarayban

Gio, 01/06/2017 - 15:00

fifaus dice "Uno dei problemi più seri del nostro Paese è la presenza nei ruoli chiave della politica dell'economia e della finanza di squallidi personaggi pronti a vendersi ai veri poteri forti, che siano tedeschi o americani. In altre parole, di traditori." Secondo me non è del tutto giusto, il problema vero è che i ruoli chiave per il 90% sono in mano a un branco di totali incompetenti.

dellopre

Gio, 01/06/2017 - 15:24

Il buon Clini tira di nuovo fuori la testa? Come è andata a finire la storia del conto Pesce alla ubs in Svizzera in cui sarebbe finita parte dei soldi della cooperazione del ministero dell'ambiente di cui l'irreprensibile Corrado è stato per 20 anni direttore generale e poi ministro?

fifaus

Gio, 01/06/2017 - 16:44

schiacciarayban: potrei anche essere d'accordo con lei, ma questo significherebbe che il 10% è composto da veri e propri delinquenti

Ritratto di orione1950

orione1950

Gio, 01/06/2017 - 17:01

(2)Già negli anni passati l'europa ha fatto in modo che le produzioni degli acciai italiani diminuisse al solo tornaconto della Francia e della Germania. Con le scelte dei governi di sx, anzicché prendere provvedimenti in direzione della salute pubblica, le produzioni sono state azzerate e gli sciacalli stranieri sono pronti a comprare. Stessa cosa é capitato con la produzione del latte e di altri prodotti tipici italiani.

01Claude45

Gio, 01/06/2017 - 18:19

Il oiano SOROS per le banche europee. Quando ce ne sarà SOLO UNA, con la speculazione sua tipica, la farà vale il 10% comprandosela poi per una PIPATA DI TABACCO. Maledetti MASSONI.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Gio, 01/06/2017 - 18:37

Se Riva (sic) era il diavolo allora nessuno ha idea di chi sia Arcelor Mittal. Dove sono andati hanno fatto incetta di finanziamenti per poi lasciare quando la manna era finita,vedasi Acciaieria di Annaba,poi sulle macerie di costoro hanno costruito nuovi impianti con fervente collaborazione di aziende Italiane del settore che in Italia non fabbricano niente ,et voilà,dulcis in fundo,una branca di magistrati che di acciaio non hanno capito una mazza e probabilmente dormienti non vedendo che il presunto inquinamento era made 1973 con cinque altiforni in marcia,infine la cosa piu stupida e aberrante che il sindacato dopo anni di agonia si svegli e proclami sciopero.Cosi sono finiti Bagnoli,Piombino,Cornegliano e ora Taranto,e la camusso vuole entrare in politica?Ma per carità.

Filippolamonaca

Gio, 01/06/2017 - 18:50

purtroppo in italia c'è una magistratura invadente e tanti no questo no quello no tutto. solo noi siamo capaci di darci i calci nel culo da soli

cgf

Gio, 01/06/2017 - 19:05

Mi scusi dottore, ed il lavoro della 'siura' dove lo mette? sono 10+ anni che aveva gl'occhi puntati sopra.

lupoantico

Gio, 01/06/2017 - 19:40

conflitto d'interessi. La Marcegaglia con le sue aziende aveva, ho letto, delle difficoltà di rappaorti con l'ENI e Renzi la nomina presidente dell'ENI. Da quella posizione di potere, pare che la sua cordata acquisisce l'ILVA. E' tutto normale ?

magnum357

Gio, 01/06/2017 - 20:27

Le toghe e i sinistri governanti vogliono ridurre allo zero la nostra produzione di eccellenza !!!!!!!!!!!!!

sparviero51

Gio, 01/06/2017 - 21:26

RISULTATO DELLA CONDOTTA IRRESPONSABILE E CRIMINALE DI CERTO GIUDICIUME D'ACCATTO , GIORNALISMO LECCOBARDO,SINDACATI MIOPI E NOSTALGICI , POLITICI INETTI !!!

curatola

Gio, 01/06/2017 - 21:28

il solito pasticcio quando un'impresa finisce in balia di politica,magistratura e sindacati : si procastina all'infinito aspettando che l'impresa diventi piccola ed i problemi con lei. Incapaci e mascalzoni non sanno dare lavoro ma solo soldi pubblici a pioggia.

guardiano

Gio, 01/06/2017 - 22:04

è la solita storia che si ripete, gli Italiani(quelli veri) costruiscono aziende e lavoro, i parassiti e i lazzaroni (politici e sindacati) si danno da fare per distruggerli.

killkoms

Gio, 01/06/2017 - 22:39

dov'è ora quell'onnipotente giudice che dichiarò che la magistratura aveva fatto quello che la politica non era stata capace di fare?ad arrestare (e chiudere) col paravento della legge in Italia un togato non rischia nulla!il cavolo diabetico lo pagheranno i lavoratori ..!

killkoms

Gio, 01/06/2017 - 22:39

dov'è ora quell'onnipotente giudice che dichiarò che la magistratura aveva fatto quello che la politica non era stata capace di fare?ad arrestare (e chiudere) col paravento della legge in Italia un togato non rischia nulla!il cavolo diabetico lo pagheranno i lavoratori ..!

Ritratto di Cardanus

Cardanus

Ven, 02/06/2017 - 05:11

Lo scrissi in tempi non sospetti: LE POLVERI SOTTILI UCCIDONO, MA LA DISOCCUPAZIONE UCCIDE MOLTO DI PIU'.

Duka

Ven, 02/06/2017 - 07:04

Ma c'è di peggio presto se ne andrà anche dalla penisola-

Ritratto di luigin54

luigin54

Ven, 02/06/2017 - 07:51

Naturalmente regalata ai soliti noti vero ??????? Vedi Marcegaglia.