Realizzi sui bancari

Piazza Affari si è posta ieri tra le Borse europee, con indici in calo: Mibtel e S&P/Mib arretrano dello 0,3%, mentre in positivo chiude il TechStars (più 0,15%), a indicare come l’interesse degli operatori si stia spostando ai margini del listino. Il mese borsitico che sta per concludersi, ha aggiunto un altro 4% alla performance che, in ragione di anno, si misura oramai sopra il 10%. Positivo il ritmo degli affari, che ieri è stato indicato poco sotto i 7 miliardi di controvalore. A riportare in negativo gli indici anche il dietrofront di Fiat che, dopo la pubblicazione della trimestrale, ha abbandonato quota 14 euro, in calo del 3,3%. Scivola anche Ifil (meno 3,5%). In direzione opposta Pirelli (più 0,9%) che ha chiuso in positivo, trascinata dal buon andamento dei titoli europei del settore. Bancari in retroguardia, con Mediobanca e Intesa in calo dell’1%, mentre tra le «popolari» i realizzi hanno colpito Milano e Bpu. Si impenna Ducati, sollecitata dai rumors di un possibile arrivo di Rocco Sabelli, mentre la trimestrale Indesit fa volare il titolo sopra gli 11 euro (più 8%). Prosegue la corsa di Socotherm (più 3,5%). In arrivo, da lunedì, le azioni Polynt, negoziate allo Star, il cui prezzo di avvio è di 1,80 euro.