Realizzi sui telefonici

L’avvio di settimana a Piazza Affari ha confermato l’attenzione per una rosa ristretta di titoli, mentre i grandi comparti azionari sono stati solo marginalmente interessati. L’indice S&P/Mib si è rafforzato dello 0,18%, mentre per una identica frazione è andato in negativo l’indice Tech Stars. Nessuna novità sul fronte degli scambi, con meno di 4,8 miliardi di controvalore. Quattro le voci in «battuta»: in primo piano Alitalia (più 1,8%) nel giorno della presentazione delle manifestazioni di interesse, con scambi pari al 7,5% del capitale. Fiat, a un nuovo massimo dell’anno, ha guadagnato un altro 2,8%, trascinando al rialzo anche Ifil (più 1,3%) e Ifi priv. (più 1,6%). In direzione opposta Lottomatica, che arretra del 4,1%, dopo la presentazione del piano industriale 2007-2009, che lascerebbe intravedere un rallentamento nella fase di espansione. Trascurati i bancari, con l’eccezione di Banca Generali (più 3,9%) sostenuta dal road show in corso. Cresce Montepaschi (più 1%), mentre rafforzamenti frazionari per le big. Realizzati i telefonici e Autostrade, richieste Coin (più 3,5%) e nuova impennata di Vemer, in attesa delle prossime mosse di Hopa.