Reddito di cittadinaza, i soldi rimasti sulla card azzerati dopo sei mesi

Ogni mese le somme non spese saranno decurtate del 20%. E dopo sei mesi le card verranno azzerate

Chi prende il reddito di cittadinanza non potrà risparmiare e accumulare i soldi percepiti con la misura grillina. Tra le regole contenute nel decreto legge firmato ieri da Mattarella, infatti, c'è anche quella che prevede che il sussidio deve essere speso entro il mese successivo a quello di erogazione e che ogni sei mesi l'ammontare della card sarà azzerato.

Il funzionamento viene spiegato oggi dal Messaggero: l'importo erogato a marzo e non usato entro aprile, sarà decurtato del 20% e ogni sei mesi quello che è stato "risparmiato" sarà restituito allo Stato. Questo per far sì che il sussidio vada a chi ne ha davvero bisogno per "sbarcare il lunario" e per far sì che l'investimento dello Stato venga usato per spingere l'economia e la crescita, senza finire sotto il materasso (seppur virtuale) di chilo percepisce. Anche per questo dalla PostePay non sarà possibile prelevare più di 100 euro al mese, mentre il resto dovrà essere speso per acquisti, affitto e altri beni (restano esclusi sono il gioco d'azzardo e le scommesse).

In questo modo il governo spera che dei sei miliardi messi a bilancio per finanziare il Reddito, almeno 1,2 miliardi vengano reimmessi nell'economia del Paese (anche se si calcola un'incidenza sul pil di appena lo 0,1%).

Commenti

titina

Mar, 29/01/2019 - 11:19

Non è difficile dire a un genitore/parente/amico. ti pago quello che compri e tu mi dai i soldi.

Ritratto di giangol

giangol

Mar, 29/01/2019 - 11:48

se lo spirito è quello di metter in moto l'economia interna....giustissimo

Ritratto di Evam

Evam

Mar, 29/01/2019 - 23:30

Non vorrei fosse una incitazione allo spreco.