Renzi esulta per lo zero virgola ma la crescita resta al palo

I dati dell'Istat parlano di una crescita dello 0,1%

"Il nuovo anno inizia proprio come si è chiuso il vecchio: la crescita è ancora infinitesimale. Si continua a navigare nel mare dello zero virgola e la ripresa è sempre più lontana. In particolare, l'andamento piatto degli investimenti dimostra il perdurare di una sfiducia preoccupante. Sono questi i 'fruttì dell'azione di governo di cui parla Padoan?", dichiara il senatore di Forza Italia Andrea Mandelli, vice presidente della Commissione bilancio, commentando i dati diffusi dall'Istat.

Mentre Renzi esulta per lo zero virgola, i dati dell'Istat fotografano una realtà diversa.

"Il Paese è fermo. I dati odierni dell'Istat testimoniano una crescita pressoché impercettibile, sicuramente insufficiente per poter parlare di ripresa". Così Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, presidenti di Federconsumatori e Adusbef, commentano le previsioni Istat sul Pil. "Per poter dichiarare che la crisi è ormai alle spalle", aggiungono, "c'è ancora molto da fare, specialmente sul versante dell'occupazione e della domanda interna. Basti pensare che, secondo le nostre rilevazioni, dal 2012 al 2015 la contrazione della domanda interna ha registrato una diminuzione del 10%. Un dato allarmante che, unito ai livelli gravi di disoccupazione che ancora interessano il nostro Paese, restituiscono un quadro ben lontano dalla svolta auspicata. Per questo è fondamentale intervenire al più presto, avviando ogni misura utile alla ripresa del mercato del lavoro, attraverso un serio Piano Straordinario per il Lavoro".

I DATI DELL'ISTAT

"In un quadro di indebolimento della ripresa globale, l'economia italiana è attesa evolversi a ritmi moderati anche nel primo trimestre del 2016". La previsione è dell'Istat, secondo cui "segnali positivi provengono dal settore dei servizi e dalle costruzioni a fronte di una dinamica meno favorevole nell'industria. Gli ultimi dati", si legge nella Nota mensile sull'andamento dell'economia italiana, "mostrano un miglioramento dell'occupazione, soprattutto quella a tempo indeterminato, favorita anche dai provvedimenti di sostegno alle assunzioni, mentre l'inflazione si è riportata in territorio negativo". In particolare, la variazione congiunturale del Pil reale attesa per il primo trimestre è lievemente positiva (+0,1%), con un intervallo di confidenza compreso tra -0,1% e +0,3%. All'incremento del Pil, rileva l'Istat, contribuirebbero positivamente i consumi privati, a fronte di un apporto negativo della domanda estera netta e dei consumi pubblici mentre la dinamica degli investimenti (al lordo delle scorte) risulterebbe sostanzialmente piatta. In questo scenario, la crescita acquisita per il 2016 è pari allo 0,4%.

IMPRESE

Nel quarto trimestre 2015 il prodotto interno lordo, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è aumentato dello 0,1% su base congiunturale e dell'1% in termini tendenziali, confermando la tendenza - registrata nel corso dell'anno - ad un progressivo rallentamento della crescita congiunturale. Rispetto al trimestre precedente, sia i consumi finali nazionali sia gli investimenti fissi sono aumentati in maniera significativa (+0,3% e +0,8%), mentre i volumi di importazioni ed esportazioni sono cresciuti rispettivamente dell'1,0% e dell'1,3%. Nel complesso, sia la domanda nazionale al netto delle scorte sia quella estera netta hanno contribuito positivamente alla crescita del Pil (rispettivamente 0,4 e 0,1 punti percentuali) mentre la variazione delle scorte ha apportato un contributo negativo (-0,4 punti percentuali). L'aumento degli investimenti è derivato dal proseguimento della fase espansiva dei mezzi di trasporto (+8,7% la variazione congiunturale) e dalla ripresa nelle costruzioni (+0,9%) mentre gli investimenti in macchinari hanno continuato a rallentare (-0,1%). Nell'industria in senso stretto, dopo la diminuzione del valore aggiunto (-0,1%) registrato nel qarto trimestre, le informazioni disponibili per i primi mesi dell'anno confermano la fase di debolezza. A gennaio le esportazioni nell'area extra-Ue hanno segnato un calo su base congiunturale in tutti i comparti; a febbraio l'indice del clima di fiducia delle imprese manifatturiere ha registrato un lieve peggioramento. Nelle costruzioni, i risultati positivi registrati nel quarto trimetre 2015 per il valore aggiunto e gli investimenti trovano conferma nei dati sul clima di fiducia: a febbraio migliorano i giudizi sugli ordini e/o piani di costruzione e le attese sull'occupazione sia per la costruzione di edifici, sia per l'ingegneria civile. Nell'ultimo trimestre del 2015 il valore aggiunto dei servizi ha mostrato un lieve miglioramento (+0,1%), a riflesso della crescita congiunturale delle attività finanziare e immobiliari (rispettivamente +0,9% e +0,6%) e del calo delle attività professionali e di supporto (-1,1%). A febbraio i giudizi delle imprese dei servizi di mercato si mantengono stabili rispetto a gennaio mentre migliorano i giudizi delle imprese delle vendite al dettaglio.

FAMIGLIE E MERCATO DEL LAVORO

Nel quarto trimestre 2015 i consumi finali nazionali sono aumentati dello 0,3% su base congiunturale, in lieve rallentamento rispetto a quanto stimato per il periodo precedente (+0,4%), contribuendo per 3 decimi di punto percentuale all'espansione del Pil. Nel dettaglio, si è osservata una dinamica in decelerazione per la spesa delle famiglie residenti e delle ISP, (+0,3% da +0,5% nel terzo trimestre) e un rafforzamento di quella delle amministrazione pubbliche (+0,6% nel quarto trimestre da +0,2% nel terzo). Nel complesso del 2015, la spesa delle famiglie residenti e delle Isp è aumentata dello 0,8% rispetto all'anno precedente, fornendo un significativo contributo (+0,5 punti percentuali) all'espansione del Pil. Dopo il lieve recupero avvenuto in gennaio, il clima di fiducia dei consumatori è diminuito di circa 4 punti a febbraio. Tutte le componenti hanno segnato una significativa riduzione. Tuttavia l'indice risulta ancora ben al di sopra della media di lungo periodo. A gennaio, l'occupazione è tornata a crescere di 3 decimi di punto (+70 mila occupati), dopo il calo registrato a dicembre (-0,2%). L'incremento registrato si deve interamente ai dipendenti (+0,4%), in particolare a quelli a tempo indeterminato (+0,7%, pari a +99 mila individui), a fronte di un calo dei dipendenti a termine (-1,2%, -28 mila occupati) e ad una sostanziale stabilità degli indipendenti. Questi andamenti proseguono la tendenza già osservata nel quarto trimestre del 2015. Il tasso di disoccupazione, sostanzialmente invariato dal mese di settembre, a gennaio è stato pari a 11,5%. A febbraio, le aspettative degli imprenditori sull'evoluzione dell'occupazione, per i tre mesi successivi forniscono indicazioni eterogenee tra i settori: le attese continuano a peggiorare lievemente nel settore manifatturiero, migliorano nelle costruzioni e nel commercio e tornano a deteriorarsi nei servizi.

PREZZI

Dopo essere rimasta per nove mesi su valori positivi anche se prossimi allo zero, in febbraio l'inflazione al consumo si è riportata in territorio negativo. In febbraio, le aspettative di inflazione dei consumatori indicano un proseguimento della fase di debolezza, con un nuovo aumento di quanti si aspettano stabilità o riduzioni dei prezzi. Per le imprese della manifattura la politica dei prezzi non segnala inversioni di tendenza; in particolare quella delle imprese produttrici di beni di consumo rimane improntata a un'estrema cautela.

Annunci

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 09/03/2016 - 12:17

Solo i quaqquaraqqua esultano per gli 0,.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 09/03/2016 - 12:21

@Redazione.Per cortesia quando parlate di renzi potreste mettere come immagine una foto di pinocchio invece di questo bellimbusto, mi causa tachicardia.Grazie.

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 09/03/2016 - 12:33

ma non era lui che diceva che gli zero/virgola non contano?.

griso59

Mer, 09/03/2016 - 12:48

Esulta si, visto le entrate fiscali. E il dato sulle entrate dalle rendite finanziarie. Praticamente tutti i frutti dei nostri risparmi se li pappa lui. Alla faccia del risparmio tutelato. AL VOTO SUBITO.

@ollel63

Mer, 09/03/2016 - 13:07

l'intelligenza "zero virgola" del bambolotto che dice "mamma" semplicemente inclinandolo è identica a quella del bambolo premier, ma la stupidità di costui è pari alla differenza tra cento e lo "zero virgola".

un_infiltrato

Mer, 09/03/2016 - 13:18

Ma il Presidente del Consiglio non ha bisogno di spiegare l'aumento dello zerovirgola al Parlamento. Il Premier fa di più, va in tv e parla con [LA] D'Urso. E scusate se è poco.

zucca100

Mer, 09/03/2016 - 13:43

Ma quanto godete a dire che che non c'è la ripresa e che la crisi non è' finita? Da 1 a 10, quanto siete felici?

Finalmente

Mer, 09/03/2016 - 14:00

ormai il piano è chiaro, poco importa del debito pubblico, della disoccupazione, della sicurezza, Renzi vuole tirare a campare quel paio di anni, occupandosi di faccende marginali, vedi unioni civili, e in questo biennio metterà a punto lo Ius Soli, così che per le prossime elezioni riesca ad avere il voto dei clandestini... e sinceramente ho il timore che potrebbe anche farcela. Un PDC con gli attributi avrebbe sin dal primo giorno rilasciato una dichiarazione a reti unificate... "da domani guerra totale alla mafia e all'evasione", già così andrebbe a recuperare miliardi, ma come detto ci vogliono le palle.

Duka

Mer, 09/03/2016 - 14:04

Non capisco perchè continuate a commentare ciò che dice questo buffone. Credo che pure i sassi hanno capito che non vale un fico secco.

aldoroma

Mer, 09/03/2016 - 14:20

Lui esulta sempre peccato che non sia mai stato votato da nessuno

unosolo

Mer, 09/03/2016 - 14:23

si è contornato di sole persone che lo assecondano e si battono per lui , cosa ci potremmo aspettare ? nessuno lo avvisa che parla di un'altra Nazione e che la nostra Nazione è quella che viene sistematicamente lasciata sola come se fosse guidata da un irresponsabile , comprare aereo personale e per mantenerlo spendere miliardi come si potrà mai valutare ?

pacche

Mer, 09/03/2016 - 14:29

Togliete la pila a ciccio bello, ripete a memoria sempre le stesse cose, è un'insopportabile contaballe.

jackmarmitta

Mer, 09/03/2016 - 14:30

ricordatevi che il cialtrone ci porterà al fallimento , se non lo siamo già.Ma vai dalla d'urso a farti una chiacchierata pagliaccio la ci sono tante telecamere che ti riprendono

amedeov

Mer, 09/03/2016 - 15:02

non preoccupatevi italiani,il PIL lo aumenterà la legge sulle unioni civili

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Mer, 09/03/2016 - 15:28

E certo che esulta: con la vendita della fabbrica itaglia staccherà una bella cedola da chi comanda veramente in Europa. nopecoroni.it

vince50_19

Mer, 09/03/2016 - 15:41

Fracchia sta esaurendo le forze, quelle poche che gli sono rimaste, a furia di dire ca@@ate.

roseg

Mer, 09/03/2016 - 15:43

@ zucca- Una caxxata simile la poteva scrivere solo uno con un nick come il tuo.

baio57

Mer, 09/03/2016 - 15:52

@ zucca 0,01 - Ora ho capito ,tu vaghi nelle galassie sull' Enterprise ed ogni tanto quando sei nell'orbita terrestre ti diverti a creare scompiglio nel forum . Ma toglimi una curiosità ,sei solo tu oppure anche gli altri simil-alieni sono komunisti ?

un_infiltrato

Mer, 09/03/2016 - 16:08

Ma il Nostro esulta di défault, anche senza motivo. Gli è automatico. Non mi credete? Chiedete a Crozza!

Beaufou

Mer, 09/03/2016 - 16:08

Il pinocchietto dallo sguardo preoccupato non ha ancora capito (e ce ne vuole, eh, a non capire certe cose!) che l'unica cosa che può rilanciare un paese è "detassare", e poi detassare e ancora detassare le imprese e i redditi da lavoro. Il pinocchietto boy scout farebbe bene a pensarci, se per lui non è, anche quello, troppo faticoso.

perSilvio46

Mer, 09/03/2016 - 18:16

Incredibile! La stupidità personale è un diritto sancito dalla costituzione, ma renzi sta esagerando. Tutti i diritti, se esercitati con ossessiva continuità, diventano soprusi verso gli altri.

GABBIANO51

Mer, 09/03/2016 - 18:27

Questo c'è o ci fa!? poveri italiani in che mani sono caduti, è ora di svegliarsi!!!!!!

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 09/03/2016 - 18:37

Vorrei ricordare che secondo uno studio del 2011 della Banca Mondiale, l'Italia ebbe una crescita del 1,3% nei primi DIECI anni del secolo (e non 1,3% all'anno, ma proprio in TOTALE). Era PENULTIMA nella classifica di tutti i Paesi del mondo, ultima era la terremotata HAITI con 1,2%. Nella maggiorparte di quegli anni il PdC era Silvio Berlusconi. Quindi, cari soloni berlusconiani della crescita economica, fate un piccolo bagno di umilta`, perche' Renzi e` quello che e`, e avete ragione, ma chi lo ha preceduto in quegli anni non ha fatto proprio scintille, al timone economico del Paese (ah gia`, dimenticavo, colpa dei giudici comunisti....)

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Mer, 09/03/2016 - 18:38

Ma cosa si credevano l'Italiani che il bugiardo alias Renzi ci portasse fuori dalla recessione è rimasto deluso. E' IL PEGGIO GOVERNO CHE l'ITALIA abbia avuto dal dopo guerra AL GOVERNO CI SOMO DEGLI INCAPACI BUGIARDI CHE ILLUDANO l'italiani solo ha PAROLE MA NIENTE FATTI

Una-mattina-mi-...

Mer, 09/03/2016 - 20:17

IL FAMOSO BAGNASCIUGA...

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 09/03/2016 - 20:27

Vorrei ricordarvi che secondo uno studio del 2011 della Banca Mondiale, l'Italia ebbe una crescita del 1,3% nei primi DIECI anni del secolo (e non 1,3% all'anno, ma proprio in TOTALE). Era PENULTIMA nella classifica di tutti i Paesi del mondo, ultima era la terremotata HAITI con 1,2%. Nella maggiorparte di quegli anni il PdC era Silvio Berlusconi. Quindi, cari soloni berlusconiani della crescita economica, fate un piccolo bagno di umilta`, perche' Renzi e` quello che e`, e avete ragione, ma chi lo ha preceduto in quegli anni non ha fatto proprio scintille, al timone economico del Paese (ah gia`, dimenticavo, colpa dei giudici comunisti....)

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 09/03/2016 - 21:48

Ma come ??? Con tutte le RISORSE che abbiamo IMPORTATO in 3 anni, la crescita NON CRESCE!!!!lol lol BUFFONI !!! Ecco cosa sono!!! Se vedum.

Duka

Gio, 10/03/2016 - 07:16

LUI IN OGNI CASO TRASCORRE UNA VITA DA NABABBO CON TANTO DI JET PERSONALE PAGATO DA UNA MASSA DI ITALIANI COGL....

zucca100

Gio, 10/03/2016 - 13:39

Baio57' al di là' delle battute infantili, sei contento o no che nell'Italia di Renzi le cose vanno male?

Duka

Ven, 11/03/2016 - 07:58

SUPERFICIALE, OTTUSO, MIOPE, OPPURE.... FURBO ??