Rete, Brasile e l'ombra di Gamberale su Fossati

Sarebbe Vito Gamberale l'advisor della maxi valutazione di Tim Brasil, dai 28 ai 30 miliardi di euro, propagandata da Marco Fossati, azionista di Telecom grazie al 5% detenuto da Findim. La mossa servirebbe a scoraggiare la vendita della controllata brasiliana come invece vorrebbe Telefonica, in procinto di prendere il controllo di Telco. I giochi sul futuro dell'ex-monopolista si stanno dunque delineando. Da un lato ci sarebbero Fossati e Gamberale, quest'ultimo proposto da Findim anche per entrare in cda nell'assemblea del 20 dicembre scorso, dall'altro Telefonica. Gamberale non vuole la vendita del Brasile perchè conta sullo scorporo della rete. In questo modo la sua F2i, che già controlla Metroweb, potrebbe trovarsi in posizione preminente. Ieri gli ultimi rumors davano l'operazione in fase di avanzamento con il titolo Telecom in rialzo del 4,3%. Oggi la parola al cda.