Riforma delle pensioni? ​Bomba sociale in arrivo

L'estensione erga omnes del sistema contributivo e lo spostamento in avanti dell'età pensionabile e dei contributi necessari rischia di penalizzare molte categorie

Pensionati in attesa in un ufficio dell'Inps

"Una bomba sociale": è il rischio, paventato dal presidente dell'Inps Tito Boeri, che potrebbe portare con sé la riforma delle pensioni. Come spiega Quifinanza, la falla risiede nell'estensione erga omnes del sistema contributivo in combinazione con lo spostamento in avanti dell'età pensionabile e degli anni contributivi necessari.

A differenza del vecchio metodo retributivo, adesso il calcolo si basa non sulla retribuzione media dell'ultimo quinquennio e dell'ultimo decennio ma sulla contribuzione effettivamente versata durante la vita lavorativa, rivalutata tramite alcuni coefficienti. E questo passaggio penalizzerà molti pensionati.

Quelli che soffriranno di meno sono coloro che rientrano nel sistema retributivo fino al 2011, ossia 18 anni di contributi al 31/12/1995. Chi alla stessa data non aveva ancora maturato i 18 anni di contributi rientra nel "metodo misto" (retributivo fino al 1995, poi contributivo). I più giovani e chi è entrato più tardi nel mondo del lavoro verranno invece danneggiati. Un esempio? Un lavoratore autonomo di 61 anni godrà di una pensione compresa tra 595 e 978 euro lordi al mese.

Un modo per migliorare la situazione ci sarebbe e sarebbe quello di optare su pensioni "personalizzate" e integrative oppure di destinare il Tfr ai fondi pensione.

Commenti
Ritratto di hardcock

hardcock

Ven, 27/03/2015 - 22:30

Il problema e' di facile soluzione. E' sufficiente giustiziare tutti ipolitici passati e presenti ed in aggiunta il clero si avrebbero cosi risorse a iosa per far vivere I pensionati negli agi. Senza dimenticare una parte della magistratura

SanSilvioDaArcore

Sab, 28/03/2015 - 06:29

Ho già programmato di passare la vecchiaia in galera, servito e riverito... 3 pasti al giorno, aria condizionata, tv in camera... e se per sbaglio vivo in 10 cm quadrati in meno di quello stabilito dalla legge mi spetta pure un indennizzo per le spese durante i permessi premio... e verrò mantenuto finalmente anch'io

flip

Sab, 28/03/2015 - 08:04

e purtroppo sarà sempre peggio. il lavoro non esiste e di conseguenza non ci sono versamenti di contributi per la pensione. cominciamo, se possibile, a pensare eventualmente ad una forma assicurativa. anche il tfr purtroppo farà una finaccia per il dipendente privato.

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Sab, 28/03/2015 - 08:05

hardcock - scusa ma perché i barconi che partono dalla Libia dovrebbero tornare indietro sempre vuoti?

luigigargiulo

Sab, 28/03/2015 - 11:57

le pensioni d'oro sono un sopruso acquisito che la sinistra di governo non vuole eliminare. I giovani devono formulare auguri affinchè "i vecchi d'oro" e i "vecchi d'argento"(quelli che hanno pensioni sopra i 3.000 Euro/mese) muoiano presto in quanto gli stanno rubando il futuro.

mifra77

Sab, 04/04/2015 - 19:27

@luigigargiulo, lei veramente crede che dopo la morte dei suoi incriminati, l'INPS fiorirà come un campo di rose? Povero illuso! E se provassimo a far pagare i furti e le evasioni di politici, funzionari di stato tangentisti e imprenditori che viaggiano in macchinoni e dichiarano meno dei loro dipendenti? Non difendo le pensioni d'oro o di argento, ma questa gente va accusata solo se si è fatta le regole su misura da solo. Se lo stato stipula un patto, lo deve rispettare, come pretende che lo faccia il cittadino. Se le regole sono sbagliate, si cambiano ma i contratti si rispettano!