A rischio le agevolazioni fiscali per chi fa donazioni

Sospesa la detraibilità delle donazioni in denaro alle organizzazioni del Terzo Settore. Cosa può cambiare col dl Fisco

Sospesa la detraibilità delle donazioni in denaro alle organizzazioni del Terzo Settore. La norma sarebbe stata inserita nel Dl Fisco. Il prvvedimento, se passasse nel testo finale, potrebbe mettere a rischio le donazioni dei privati che in questo modo potrebbero essere meno generosi. Le opposizioni insorgono e di fatto lanciano l'allarme. Il sentaore del Pd, Edoardo Patriarca afferma: "Questo è un colpo a un settore importante per le famiglie, i cittadini e il welfare di questo Paese".

Enzo Costa, presidente dell'Auser, associazione di volontariato che fa capo allo Spi-Cgil e che vanta oltre 300.000 associati in tutta Italia: "E' comprensibile che il governo ritenga che tutto debba essere fatto all'insegna del criterio del dono e della gratuità, e della trasparenza. Però se trasparenza significa cancellare la parola "denaro" dalla norma, consentendo solo la detraibilità delle donazioni in natura, diventa controproducente. Veniamo privati dei mezzi per operare, in un Paese in cui il ruolo del volontariato viene ampiamente riconosciuto, e diventa sempre più importante. Noi tocchiamo con mano come il welfare universale si stia disgregando, ormai l'Auser si ritrova ad aprire un nuovo ambulatorio sociale ogni due mesi, e lei crede che basti un medico volontario per tenerlo aperto? Servono strumentazioni, materiale sanitario...senza la solidarietà delle donazioni sarebbe impossibile da realizzare", spiega a Repubblica. È probabile che su questo fronte possa esserci una retromarcia.

Commenti

cir

Ven, 30/11/2018 - 17:43

sarebbe ora !! dietro le donazioni si celano enormi capitali sui quali il fisco non interviene , ma vengono scaricati dagli imponibili e sovente sono capitali con effetto boomerang !