Calzature, più brevi i tempi fra presentazione e vendita delle nuove collezioni

I tempi della moda, ovvero qual è il momento migliore per presentare ai buyer le nuove collezioni e il rapporto fra produzione, ordinativi e vendita al pubblico, sono stati al centro del convegno di apertuta di Expo Riva Schuh in corso a Riva del Garda fino a martedì 14 giugno

I tempi della moda, ovvero qual è il momento migliore per presentare ai buyer le nuove collezioni e il rapporto fra produzione, ordinativi e vendita al pubblico, sono stati al centro del convegno di apertuta di Expo Riva Schuh edizione numero 86, in corso fino a martedì 14 giugno al quartiere fieristico di Riva del Garda. Tema quanto mai attuale nel contesto di una manifestazione che richiama aziende e buyer da tutto il mondo e ed è incentrata sulle calzature di volume.

All’opening talk I cambiamenti in atto nelle tempistiche della moda, hanno partecipato Marc Sondermann, direttore della rivista Fashion, Enrico Cietta, senior partner Diomedea, Roberto Pellegrini, Presidente di Riva del Garda Fierecongressi e Giovanni Laezza, direttore generale di Riva del Garda Fierecongressi.

Il dibattito, nato nel contesto delle sfilate di moda, prende le mosse dalla proposta di ripensare le tempistiche di presentazione delle collezioni e ha fatto emergere la necessità di capire quanto e cosa il sistema attuale possa fare per ridurre lo scarto tra il momento in cui un prodotto è proposto e quello in cui effettivamente arriva al consumatore.

Il posizionamentoè una questione determinante anche per le manifestazioni fieristiche e in particolar modo per Expo Riva Schuh, che da sempre ha fatto dell’anticipo delle date un asset strategico della manifestazione: la scelta di una collocazione temporale anticipata risponde del resto a una precisa esigenza delle aziende e del pubblico che frequenta la manifestazione e aver confermato questa linea ha rappresentato un importante segnale di coerenza nei confronti del mercato, soprattutto per una manifestazione dedicata alle calzature prodotte e acquistate in grande quantità, i tempi di programmazione degli acquisti e della produzione sono allungati e hanno bisogno di un momento di confronto anticipato.

Allo stesso tempo, a Expo Riva Schuh si è registrato anche il fenomeno opposto: la manifestazione è anche, da un certo punto di vista, molto posticipata nel senso che sempre di più la distinzione tra i prodotti delle due stagioni è ormai più sfumata. La manifestazione ha così precorso uno dei temi del dibattito: il momento di presentazione della collezione è sempre più vicino al momento di consumo e le collezioni programmate con grande anticipo sono state integrate a piccole collezioni just-in-time.