Rivoluzione Microsoft: ecco Office per iPad

La società di Gates si piega al tablet: pagherà  il 30% ad Apple per ogni copia venduta

Storica apertura di Microsoft verso gli arcirivali di Apple. Ieri, alla sua prima uscita dopo la nomina ad amministratore delegato, Satya Nadella ha debuttato in pubblico lanciando il pacchetto Office per l'iPad, disponibile, da ieri sera alle 19, sull'App Store di Apple. La mossa era da tempo attesa ma non c'è dubbio che l'ex ad Steve Ballmer, che aveva vissuto al fianco di Bill Gates i momenti di grande tensione tra Apple e Microsoft, non sarebbe mai riuscito a dare, con una certa enfasi, una notizia del genere. Nadella ha invece spiegato che che la mossa è un esempio della strategia di Microsoft per «una nuvola informatica per tutti su ogni dispositivo».

Del resto l'insuccesso di Surface, il tablet Microsoft, ha spinto la società di Redmond a trovare un accordo con Apple. Il modello scelto è quello del «freemium». E dunque gli elementi di Office, Word, PowerPoint ed Excel, saranno gratuiti e potranno essere usati sul tablet Apple ma solo in lettura, senza poter essere modificati. Per fare questo bisogna abbonarsi a Office 365. Il costa è di 99 euro all'anno per 5 tablet e altri 5 dispositivi. E il 30% (oltre 30 euro) finirà, come per le altre app, nelle tasche di Apple. Microsoft ha atteso anni prima di riconoscere l'importanza del tablet di Apple, che ha oltre il 60% del mercato. E così gli utenti hanno cercato applicazioni capaci di fare le veci di Office che però hanno, in molti casi, il limite di non avere gli stessi programmi per computer.

Non per niente Office è il prodotto più venduto di Microsoft: «Un miliardo di persone lo usa - ha detto Nadella - e puntiamo ad aumentare ancora questo numero».

Commenti

cgf

Ven, 28/03/2014 - 09:50

Si può dire che uso excel da ancora prima che nascesse, c'è Multiplan sempre di Microsoft ed 123 di Lotus, però mai avuto così tanti problemi come con office 2013/365. Perché spendere denaro quando lo puoi avere gratis o con una LIBERA donazione? La soluzione [molto meglio di openoffice] è LibreOffice, il quale già c'è già per Win/Linux/Mac, una beta su android però con n***s potrebbe, sempre non ufficialmente, girare anche su iPad. last tip, se usate outlook 365/2013 - salvate spesso il file di posta, basta che il computer si spenga male che.... successo 2 volte in un mese, non spento, ma uno dei soliti boom di MS ma con outlook aperto, non mi succederà più la terza volta, cambiato client di posta e presto sarà così anche per exchange, non devo gestire 100mila caselle postali!!!

gibuizza

Ven, 28/03/2014 - 10:12

Persa un'altra occasione dalle società libere (Linux & company) e dai loro sostenitori (dove sono gli stati?) per entrare prepotentemente nel mondo universale informatico.

cgf

Ven, 28/03/2014 - 12:28

@gibuizza guardi che il mondo MAC di universale c'è proprio nulla, anzi è più 'ristretto' di MS, hanno investito decenni di lavoro oltre ai milioni di dollari per ottimizzare il proprio sistema operativo sul proprio hardware, per quello funziona meglio di altri.