Ryanair pensa ai vip e serve champagne

Il gruppo lancia anche charter per manager e calciatori

Champagne prima del decollo, larghi sedili in pelle reclinabili e dettagli da business class: tutto questo su un volo Ryanair. Il vettore low cost irlandese punta ora anche sul settore del lusso coi charter rivolti a top manager, vip e squadre di calcio e rugby impegnate nelle trasferte europee. Ieri il primo volo dimostrativo del servizio «corporate» per la stampa internazionale, alla quale sono stati presentati anche i nuovi aerei Boeing 737-800 «Sky Interior», con interni più spaziosi e destinati a sostituire gli attuali modelli, l'innovativa tariffa pensata per i vacanzieri e le «app» per dare un voto agli equipaggi.

Ad annunciare le novità è stato l'istrionico boss, Michael ÒLeary, che è arrivato alla conferenza stampa nel quartier generale di Ryanair a Dublino col trofeo di equitazione «Grand National» appena vinto in Inghilterra. Il paragone col successo della compagnia aerea è stato presto fatto, anticipando i risultati annuali e le previsioni sui numeri di viaggiatori. L'utile per il 2015-16 sarà di 1,2 miliardi di euro, secondo il ceo, e la compagnia prevede di trasportare 106 milioni di passeggeri, che arriveranno a 140 milioni entro il 2020. «Ryanair continua a crescere guardando sempre di più alla qualità dei servizi offerti», ha spiegato ÒLeary. Oltre a quella «standard» e «business», arriva la nuova tariffa «leisure plus», pensata per chi va in vacanza, che così potrà contare su un imbarco prioritario e un bagaglio da 20 chilogrammi. Facilitati poi i sistemi di prenotazione e pagamento sulle «app». E per tutti i suoi clienti Ryanair punta su nuovi comfort pur cercando di contenere i costi. Anzi secondo ÒLeary i prezzi dei biglietti sono destinati a scendere ancora nei prossimi anni. La compagnia allo stesso tempo guarda a tutte le fasce di mercato, mettendo a disposizione della clientela corporate un Boeing 737-700 con soli 60 posti e larghe poltrone.