Ryanair, Profit warning sui conti 2019

La compagnia area irlandese sconta l’incognita brexit e lancia il secondo profit warning in tre mesi

Raynair rivede al ribasso la Guidance sull'utile netto e lancia, per la seconda volta in soli tre mesi, il Profit warning.

Si tratta di una sorta di allarme sugli utili della società, con una stima al ribasso rispetto a quanto precedentemente previsto; per l’Ad del vettore aereo, Michael O'Leary, il calo è dovuto alla diminuzione delle tariffe durante il periodo invernale e dall’incognita della Brexit, il cui impatto sull’economia britannica non è ancora chiaro.

Il colosso dell’aviazione low cost, difatti, ha subito un calo tariffario del 7percento, di molto superiore al 2percento stimato a ottobre, che ha spinto la compagnia irlandese ad aggiornare la Guidance dell'esercizio 2018/2019, riducendo la previsione di utile ma escludendo perdite legate alla start-up Lauda.

Arretrano i titoli della compagnia in Borsa, con la perdita dell'1% circa, ai minimi in quasi quattro anni. Cresce, invece, il traffico passeggeri che ha registrato un aumento del 9percento sui 141 milioni attesi, e dalla performance sul fronte dei costi migliore delle previsioni.