Salgono oro e petrolio

Oro in rimonta a 567,50 dollari l’oncia. In quattro sedute i prezzi hanno recuperato circa 20 dollari. Due i motivi. Il ritorno di aspettative ribassiste sul biglietto verde e le tensioni geopolitiche, soprattutto in Iran e Nigeria. Quest’ultimo fattore ha spinto il future del Wti oltre i 65 dollari al barile, sui massimi degli ultimi 50 giorni. Rame sempre prossimo ai recenti record storici e le scorte coprono, ormai, solo tre giorni dei consumi mondiali.