Salini Impregilo prenota la «carrozza» di Juncker


Salini Impregilo brinda all'arrivo di Juncker. Il nuovo presidente della Commissione europea ha prospettato 300 miliardi di investimenti con focus sulle infrastrutture, e questo - a detta degli analisti di Banca Akros -potrebbe essere positivo per il gruppo. Ad esempio con il progetto ferroviario Milano-Genova, il cosiddetto Terzo Valico dei Giovi. Salini Impregilo ha una partecipazione del 68% attraverso il consorzio Cociv e il progetto, nel tempo arenatosi più volte per questioni finanziarie, potrebbe ora essere accelerato. Un regalo europeo? No, solo un asse strategico per Bruxelles: quello che va da Rotterdam a Genova.