Salone del Mobile, design e arredo con 119 brand da Milano a Shanghai

Red Night con 400 architetti e interior designer, promotori immobiliari e professionisti del settore per l'edizione 2018 che si terrà dal 22 al 24 novembre allo Shanghai Exhibition Center. Claudio Luti: "Tassello fondamentale del processo di internazionalizzazione che il Salone ha intrapreso per avvicinare il sistema manifatturiero italiano di eccellenza al mercato cinese"

Avvolto nel rosso, il colore simbolo del Salone del Mobile di Milano, la suggestiva Cha Villa per la Red Night, alla serata che ha seguito la conferenza di presentazione del Salone del Mobile.Milano Shanghai edizione 2018 che si terrà dal 22 al 24 Novembre al Sec – Shanghai Exhibition Center, nel cuore della metropoli cinese, alla quale hanno partecipato circa 400 architetti e interior designer, promotori immobiliari e professionisti del settore.

Appuntamento atteso questo con il Made in Italy d’eccellenza del mobile e dell’arredo che sta conquistando la Cina dopo il successo delle prime due edizioni, ottenuto grazie alla qualità assoluta dei prodotti e all’unicità del design sottolineata da quella degli allestimenti e la presenza di più di 40.000 visitatori di altissimo profilo. Edizione 2018 con 119 marchi italiani già confermati e tre grandi architetti che racconteranno le loro progettualità.

“Shanghai è un tassello fondamentale del processo di internazionalizzazione che il Salone del Mobile.Milano ha intrapreso in questi anni con l’intento di avvicinare il sistema manifatturiero italiano di eccellenza al mercato cinese - spiega Claudio Luti, presidente del Salone del Mobile -. Il nostro obiettivo è consolidare il legame tra le nostre due culture, entrambe ricche di storia e di esperienza, condividendo la volontà di raccontare qualità, originalità e creatività dell’arredo italiano per far crescere ulteriormente la capacità attrattiva del Made in Italy”.

Il Salone del Mobile.Milano Shanghai torna in un clima di grande ottimismo per proseguire nel dialogo costruttivo e proficuo avviato con il mercato cinese e le sue prospettive di business, sempre più attratto dalla creatività e dal valore manifatturiero originale presentato dalla manifestazione. L’Italia - ricordiamo - è il primo fornitore di arredamento della Cina con una quota di mercato che - secondo i dati del Centro Studi di FederlegnoArredo, raggiunge il 21,9 per cento, seguita dalla Germania con il 15,2 per cento e dal Vietnam con l’8,7 per cento. Nel 2017 l’incremento dell’export è stato del 42% per un valore di 519 milioni di dollari, con un ulteriore aumento del 45%, pari a 152 milioni di dollari, nei primi 3 mesi di quest'anno.

I 119 top brand italiani selezionati presenteranno il meglio della loro produzione per una totale immersione nella bellezza, nello stile e nella qualità, nel lusso e nell’eleganza italiana. Le proposte di arredo sono le stesse presenti a Milano: Design (72 brand), prodotti espressione di funzionalità, innovazione e grande senso estetico; xLux/Classico (47 brand), prodotti in equilibrio tra eleganza classica e design contemporaneo.

Anche a Shanghai, il Salone del Mobile.Milano ospita i seguitissimi interventi didattici dei più importanti designer a livello internazionale. Le Master Classes saranno tenute da tre architetti italiani di fama internazionale – Michele De Lucchi, Stefano Boeri, Roberto Palomba – che dialogheranno con altrettanti designer cinesi come Yung Ho Chang, Liu Yichun e Furong Chen.
Altro spazio di confronto che guarda al futuro sarà quello dedicato al SaloneSatellite Shanghai, che tornerà con lo scouting dei talenti under 35: i giovani designer e gli studenti di università e scuole di design cinesi presenteranno i loro progetti e i tre migliori, selezionati da una giuria di professionisti del settore, verranno premiati nell’ambito del SaloneSatellite Shanghai Award.