Il Salone del Mobile Milano torna a Mosca fra design e innovazione

Edizione 2108 dal 10 al 13 ottobre al Crocus Expo-2 nella capitale russa con il claim "Buon design!". Oltre 300 le aziende presenti, tornano Master Class e SaloneSatellite Moscow. Nel 2017 Italia secondo esportatore di mobili e arredo. Il 2018 partito in crescita

Missione internazionalizzazione, tappa: Mosca. Evento: Salone del Mobile.Milano Moscow edizione numero 14. Appuntamento dedicato all'export del meglio del design made in Italy per "affermare un legame sempre più stretto" con la Russia e i paesi dell'area Csi dal 10 al 13 ottobre al Crocus Expo-2 della capitale.

Edizione 2018 che ha come obbiettivo quello di rinnovarsi nella continuità presidiando un mercato importante per la nostra industria del legno e arredo. Con una sottolineatura, una novità che non è un dettaglio: l’impegno di trasferire l'esperienza e la capacità innovativa di Milano e del suo Salone in una capitale come Mosca, che in questi anni ha apprezzato la creatività e il valore manifatturiero presentato dalla manifestazione, viene rafforzato anche con il cambio di nome (anticipato dal Giornale.it), che da quest’anno si chiamerà Salone del Mobile.Milano Moscow.

Cambiamento richiamato nel segno della continuità con Milano dalla stessa campagna pubblicitaria milanese con il claim Buon Design! riproposta in Russia per comunicare il brand con un “continuum” concettuale che valorizza l’iconicità della manifestazione e la rafforza perché al Crocus Expo-2 vengono presentate le proposte del settore arredo-casa presentate lo scorso aprile al Salone del Mobile.Milano, vetrina dove debutta da sempre tutto ciò che farà tendenza, strategie di prodotto e nuovi talenti.

Oltre 250 le aziende presenti nei padiglioni 7 e 8 e che vivono la manifestazione come una grande opportunità per fare business sul mercato russo e su quello dei Paesi delle ex Repubbliche sovietiche sempre più interessato al prodotto di qualità, dal pezzo classico a quello di design e al luxury, perché anche nel 2017 l’Italia continua ad essere il secondo fornitore di arredamento del mercato russo e nei primi quattro mesi del 2018 le esportazioni di mobili e illuminazione hanno registrato per l’Italia un risultato positivo (+2%).

Più di 30.000 i visitatori attesi – operatori, pubblico e stampa – che riconoscono la manifestazione come l’unico contenitore d’arredo di qualità sul mercato russo per la grande offerta merceologica: dagli arredi agli imbottiti, apparecchi per l’illuminazione, cucine, ufficio, complementi, arredobagno e tessile.

Edizione numero 14 anche per il SaloneSatellite Moscow, vetrina dei giovani designer russi e dei Paesi delle ex repubbliche sovietiche, che offre ai partecipanti i contatti con le aziende espositrici e grande visibilità. I giovani partecipanti, scelti tra i migliori designer/studenti delle più importanti scuole di design della Russia e delle ex Repubbliche sovietiche, presentano progetti che evidenziano impegno e creatività, nuove idee con lo sguardo giovane sul mondo del progetto. I primi tre classificati – la premiazione avverrà venerdì 12 ottobre – saranno invitati all’edizione 2019 del SaloneSatellite, che si terrà nell’ambito del Salone del Mobile.Milano dal 9 al 14 aprile 2019.

Prosegue la collaborazione tra Salone del Mobile.Milano Moscow e Ice, Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, che accompagna alla manifestazione una delegazione di 140 buyer, operatori, distributori, architetti e interior designer dalla Federazione Russa, Armenia, Azerbaijan, Bielorussia, Georgia, Kazakhstan e Uzbekistan.

E non mancherànno le Master Classes, un’opportunità per dialogare con grandi nomi dell’architettura e del design italiano, offrendo occasioni di confronto sui temi del progetto grazie all'esperienza dei relatori.
I protagonisti, moderati da Olga Kosyreva, ceo e Fondatrice di Design Lectorium, sono 3 dei più celebri architetti italiani: Ferruccio Laviani (10 ottobre), Fabio Novembre (11 ottobre) e Mario Bellini (12 ottobre). Accumunati da una grande passione per il design, da una creatività a tutto tondo e da un approccio innovativo, distintivo e prorompente, racconteranno le loro personali e particolari esperienze progettuali in tutto il mondo.
Ritorna, inoltre, dopo il debutto nella passata edizione, il Work Talk tenuto, quest’anno da Katerina Lashmanova, giovane affermata interior designer, che racconterà il design contemporaneo russo.