Per il salvataggio di Alitalia Gubitosi impugna la scure

La soluzione per gli esuberi "non sarà indolore". Carburante da rinegoziare. I sei mesi? "Sufficienti"

La linea Gubitosi per Alitalia inizia a prendere quota: tagli dolorosi per il personale, una decisa rinegoziazione dei contratti, a partire da quelli del carburante, e un'auspicabile «collaborazione» con Trenitalia. Intervenendo alla trasmissione Night Tabloid, nella sua prima uscita pubblica dopo la nomina a commissario (insieme a Enrico Laghi e Stefano Paleari), Luigi Gubitosi ricorda che ci sono «15 giorni per trovare le prime manifestazioni di interesse, ma ancora nessuno ha preso contatto con la compagnia». Per questo, come hanno ricordato molti esperti, è utile che i commissari rilancino l'azienda con un piano industriale. Ma quali sono le priorità? È lo stesso Gubitosi a dettare l'agenda. Partendo dalla considerazione che i 600 milioni del prestito ponte garantito dallo Stato, «saranno sufficienti per i sei mesi dell'amministrazione straordinaria», come prima cosa i commissari Alitalia lavoreranno sulla rinegoziare dei contratti, quelli di leasing, ma soprattutto quelli per il carburante. «Ho visto un po' di numeri 2016, per il carburante erano stati fatti contratti di assicurazione che facevano sì che Alitalia non potesse pagare il carburante più di 68 dollari, peccato che il prezzo del petrolio è andato più in basso, ora è a 48 dollari circa. Una differenza assicurativa che vale circa 128 milioni di euro».

Il secondo punto all'ordine del giorno riguarda invece il personale che molto probabilmente sarà ridotto. Gubitosi non fa numeri (i dipendenti Alitalia sono 12.500), ma chiarisce che «il tema è stato rinviato, non eliminato», e che la soluzione finale «non sarà indolore». In ogni caso, «dopo il referendum, dobbiamo lavorare sul clima interno, creando fiducia» ha auspicato. Qualcosa in più, su questo fronte, si saprà la prossima settimana dopo il vertice con i sindacati.

Quanto a una possibile collaborazione con Ferrovie dello Stato, che era stata chiamata in causa nei giorni scorsi come possibile cavaliere bianco da coinvolgere nel salvataggio della compagnia, «è un'azienda complementare all'Alitalia e fa un mestiere diverso, ma - ha chiarito - sarebbe utile che collaborasse. Sull'azionariato non mi pronuncio, comunque mi sembra che le Ferrovie si siano dichiarate non interessate». Sui reali possibili soci futuri, Gubitosi ha chiarito che «sarebbe importante che, se ci fosse una cordata, avesse un partner industriale. Sono sicuro che qualcuno è interessato, avevamo investitori disposti a metterci quasi un miliardo di cassa». Che valore avrebbe oggi la compagnia? «È presto per dirlo - ha spiegato - perché una volta che togliamo una serie di elementi negativi, e con il rinnovo del contratto di lavoro, Alitalia tornerà competitiva».

Completamente fuori dall'agenda sembrano essere, al momento, interventi sulle rotte ritenuti invece essenziali dagli esperti. «Qualche taglio andrà fatto soprattutto tra i voli domestici spiega Andrea Giuricin, docente di Economia dei Trasporti all'Università Bicocca - Sul lungo raggio, tra i rami secchi, ci sarebbero le rotte per Seoul e Pechino».

Commenti

maurizio50

Ven, 05/05/2017 - 09:04

Sono soltanto pie illusioni. Per far rinascere Alitalia bisognerebbe togliere di mezzo manager pubblici e Sindacati; rinegoziare nuovi contratti di lavoro secondo l'esempio delle Compagnie europee; liberarsi dei dipendenti scansafatiche abituati a percepire stipendi maggiorati lavorando un terzo di altre Compagnie. In Italia tutto ciò è IMPOSSIBILE!!!

Renny60

Ven, 05/05/2017 - 09:37

Fatemi capire: ma alitalia a questo punto non andava o venduta in toto o fallita e venduta a pezzetti? Adesso per l'ennesima volta si sta parlando di salvarla? quindi di portare avanti per enne anni un carrozzone mangia soldi (nostri) che ormai non ha più speranza? A già dimenticavo: si avvicinano le elezioni.

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 05/05/2017 - 10:41

per che salvare alitalia e no salvare l'italia da queti fancazzisti , ruba stipendi ?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 05/05/2017 - 12:01

abbassate gli stipendi, max 50mila tutto compreso. Se qualcuno pensa che licenziarsi sperando di trovare un posto o uno stipendio più alto, si accomodi.

Ritratto di eaglerider

eaglerider

Ven, 05/05/2017 - 12:12

Noi Italiani (chi non si sente italiano non è interessato) siamo stati orgogliosi di averla salvata ma, visti i risultati di questi ultimi anni e quelli del referendum sull'ipotesi di contratto, sono i dipendenti che non meritano d'essere salvati. Di sicuro non meritano d'essere chiamati Italiani. Facessero i turni come quelli di Rayan Air invece di fare tutti le belle statuine, coccolati e raccomandati da decine di governi per vivere fuori mercato alle nostre spalle. Vergogna !

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 05/05/2017 - 12:53

Adesso tira dentro le fs risanate disastrando pure queste. Deve fallireeeeeee, alitaglia va lasciata fallire.

Silvio B Parodi

Ven, 05/05/2017 - 14:35

fare profitti con Alitalia:: semplice copiare tutto dalle altre compagnie che guadagnano, - dipendenti - stipendi -burocrazia + ore lavorative +ordine e gentilezza verso i passeggeri, infine proibire i sindacati e sindacalisti di mettere il naso nell'azienda,, fanno solo danni.

Fjr

Ven, 05/05/2017 - 16:41

Continuano a tagliare i voli interni che sono stati la fortuna di Ryanair e punteno sulle ritte intercontinentali che sono un debito,strana politica

Debris

Ven, 05/05/2017 - 16:47

Ma siete meravigliosi..... Finalmente persone colte e intelligenti, che in più ragionano. E gli asini che fanno? Volano? Ma si dai.......

Holmert

Ven, 05/05/2017 - 17:26

Adesso trenitalia se si consorzierà con alitalia,farà una brutta fine. Alitalia non poteva andare lontano se si esamina il suo comportamento negli anni.Assunzioni clientelari,di tutto e di più, addetti super pagati...sembrava una agenzia di collocamento governativa.Scioperi specie nei giorni di punta,una confusione sovrana. Ed ora invece di sopprimerla senza indugio alcuno, cercano di farla sopravvivere.E poi parlano di accanimento terapeutico.

cianciano

Ven, 05/05/2017 - 17:39

eaglerider. Il verbo "facessero" dove te l'hanno insegnato al bar ???

fer 44

Ven, 05/05/2017 - 18:20

Ma chi volete che "manifesti interesse" per un simile carrozzone pieno di "fancazzisti strapagati" Caso mai lo farà dopo il fallimento, a un decimo del prezzo e con tutti i dipendenti a casa!!!!

magnum357

Ven, 05/05/2017 - 19:39

Perchè mai ben tre commissari di cui uno è un certo Gubitosi, guarda caso !!!!! Devono forse giocare a carte ?

Popi46

Sab, 06/05/2017 - 06:50

@cianciano- a volte è divertente fare le pulci agli altri ed allora le ricordo che il verbo "facessero" non è un verbo, ma solo la terza persona plurale del tempo congiuntivo imperfetto del verbo "fare ",usato certo impropriamente nella frase scritta, ma facente parte del lessico comune

brunicione

Sab, 06/05/2017 - 08:45

Con quello che prendono, i tre commissari hanno tutto l'interesse a tirare la cosa per le lunghe, lo stato continuerà a pagare, i cittadini a mugugnare, Alitalia a sopravvivere , i politici e i sindacati a farsi pubblicità