Scatta la stretta sulle emissioni delle auto

Gli scarichi vengono testati in strada e non più in laboratorio

Una stretta sulle emissioni dei gas di scarico nocivi (gli ossidi di azoto o NOx) insieme al numero di particelle di particolato (Pn) era allo studio da almeno un decennio. È indubbio, però, che il Dieselgate scatenato due anni fa dal Gruppo Volkswagen ha costretto la Commissione Ue a imprimere una forte accelerazione a questo provvedimento.

E così, a partire da oggi, ecco al via la nuova procedura di test per la verifica delle emissioni dei veicoli in condizione di guida reale. La norma riguarda i nuovi modelli e le nuove omologazioni. Interessati alla Rde (Real drive emissions) sono gli automezzi con motore diesel e benzina (iniezione diretta). Grazie a un dispositivo installato sulla vettura denominato Pems (Portable emissions measurement system) gli scarichi vengono quantificati non più in laboratorio, ma lungo un percorso urbano con velocità fino a 60 orari, per un terzo extra-urbano tra 60 e 90 orari, e un altro terzo in autostrada in un intervallo di andatura tra 90 e 110, e comunque mai superiore a 145 km/h.

Il test, che può durare tra l'ora e mezza e le due ore, vuole garantire che i limiti di emissione previsti nel ciclo di omologazione, con le opportune tolleranze dovute alla strumentazione, siano rispettati anche nella guida effettiva. «L'Europa - commenta Gianmarco Giorda, direttore di Anfia (l'Associazione della filiera italiana automotive) - è la prima regione a fare questo passo che comporterà pesanti investimenti da parte della filiera europea e italiana per consentire che le emissioni possano rientrare nei limiti previsti. La Rde renderà i motori diesel più performanti nella riduzione degli inquinanti. Ma per ottenere risultati più significativi a beneficio della qualità dell'aria, occorre che oltre alle norme tecniche stringenti siano avviate politiche di rinnovo del parco mezzi così da togliere dalle strade vetture inquinanti e non sicure».

Da parte sua, l'Acea, che riunisce le Case automobilistiche europee, rileva - in una nota - come il test in condizioni di guida reale «dovrebbe aiutare a prevenire il caos causato dall'utilizzo di una moltitudine di prove differenti, ognuna con metodi e risultati diversi e incomparabili, come quelle proposte di recente da alcuni governi locali, città e altre parti interessate».

L'abbattimento degli NOx sarà raggiunto in due fasi: quella che parte oggi e quella che inizierà l'1 settembre 2019 (nuove immatricolazioni). La fase 2 porterà come data l'1 gennaio 2020 (nuovi modelli) e l'1 gennaio 2021 (nuove immatricolazioni), con un'ulteriore stretta sugli scarichi di NOx. Da oggi entra in vigore anche il nuovo ciclo omologativo per i consumi della vettura. Per i veicoli diesel diviene obbligatorio il sistema Scr, il serbatoio a parte per l'Adblue, a base di urea, fondamentale per il taglio drastico degli NOx.

Commenti

Tarantasio

Ven, 01/09/2017 - 11:11

rottamazioni a mille in vista, peccato per chi si è appena comprato l'auto nuova...

gigi0000

Ven, 01/09/2017 - 11:12

Déjà vu. anche 30 aanni fa sono stati effettuati controlli per le strade, ma senza conseguire alcun risultato tangibile.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Ven, 01/09/2017 - 12:06

E certo, se no quella porcata dell'elettrico 100% come fanno a vendertelo. A proposito , in Italia nel 2016 , un bel - 36% di vendite elettrico 100% compliments !

giovanni951

Ven, 01/09/2017 - 12:27

era ora che smettessero di prendere in giro la gente con emissioni omologate tanto farlocche quanto stupide.

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 01/09/2017 - 12:43

Preparare il portafoglio. Mingitura in arrivo.

jaguar

Ven, 01/09/2017 - 13:05

Quando ci sono gare con auto d'epoca, per esempio la mille miglia, chi controlla le emissioni, visto che si tratta di auto molto vecchie, oppure quelle non inquinano?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 01/09/2017 - 13:39

se fosse vero metà auto italiane dovrebbero essere fermate.

luna serra

Ven, 01/09/2017 - 13:45

stanno pubblicizzando le auto elettriche pare che dal 2030 debbano essere tutte elettriche non dicono come produrranno tutta l'energia che servirà dato che stanno bandendo i fossili per produrla

vinvince

Ven, 01/09/2017 - 14:47

Tutte cazxate per fare soldi con le multe : abolire tutte le leggi contro gli italiani !!!

Tuthankamon

Ven, 01/09/2017 - 20:01

In questo Paese ogni giorno "scatta" qualcosa! Una sola questione non scstta mai, semplificare la vita dei cittadini.