Sea colloca sul mercato bond per 300 milioni di euro

Conclusa l'operazione di emissione obbligazionaria deliberata dal cda il 2 aprile: registrata una domanda di oltre un miliardo di euro. Il presidente Pietro Modiano: "E' la conferma che sta tornando la fiducia internazionale nell'Italia e nelle sue aziende. Per noi è un esame superato: il mercato crede nella Sea"

Sea ha concluso il lancio di un'emissione obbligazionaria a tasso fisso per un controvalore complessivo di 300 milioni di euro, come deliberato dal cda il 2 aprile scorso. L'operazione, precisa una nota del gruppo "ha fatto registrare una domanda pari oltre un miliardo di euro, con elevata qualità e significativa diversificazione geografica degli investitori”.

Le obbligazioni saranno quotate presso la borsa di Dublino. Il collocamento rivolto a investitori istituzionali è stato organizzato e diretto in qualità di joint lead managers, da Bnp Paribas, Mediobanca e Morgan Stanley. I dettagli dell’operazione: importo 300 milioni di euro; scadenza 17 aprile 2021; cedola annua del 3,125%, con prezzo di emissione alla pari (corrispondente a uno spread di 183,5 punti base sul tasso mid swap di riferimento).

“L’esito della nostra operazione conferma che sta tornando la fiducia internazionale nell’Italia e nelle sue aziende. - ha commentato Pietro Modiano, presidente di Sea -. Per noi è un esame superato: il mercato crede nella Sea, nei suoi piani, nei suoi assetti finanziari presenti e futuri. Ed è anche un’iniezione di ottimismo che ci voleva, di fronte alle sfide sulle quali siamo impegnati. Ringrazio i colleghi e le banche che ci hanno sostenuto”.

“Siamo molto soddisfatti dell’esito del collocamento: gli specialisti ci confermano che è stata la migliore operazione unrated italiana mai realizzata e la platea degli investitori è di prima qualità. - ha dichiarato il chief financial officer della società di gestione degli aeroporti di Milano, Michele Pallottini -. Grazie anche alla contemporanea ridefinizione ed ampliamento delle linee di credito disponibili, per complessivi ulteriori 260 milioni di euro, Sea dispone oggi di una struttura del passivo ben bilanciata nelle durate, poco costosa, e coerente con gli impegni futuri di investimento.”