«Senza aumento il Monte Paschi sarà dello Stato»

Se Mps non varerà l'aumento di capitale subito a gennaio, rischierà di essere nazionalizzata. Il presidente Alessandro Profumo spinge alle corde la Fondazione Mps e il sistema Siena, intenzionato a rimandare la ricapitalizzazione per avere il tempo di fare fronte ai debiti dell'Ente. Senza aumento, «entriamo in un campo di grande incertezza, non sappiamo cosa succederà sotto il profilo politico», ha detto Profumo, senza negare le voci che lo indicano pronto alle dimissioni, insieme all'ad Fabrizio Viola, nel caso non passasse l'operazione.