Sergio scorda Brasile e Cina «


Simpatici e originali gli auguri multimediali di buone feste inviati quest'anno da Sergio Marchionne, ad di Fiat-Chrysler, che hanno sostituito quelli tradizionali (il biglietto vergato dal top manager), con buona pace per le Poste. Originale la grafica, con tante macchinine che alla fine compongono i loghi Fiat e Chrysler. A fare da sottofondo alla divertente animazione è la classicissima Jingle bells, per restare in tema automobilistico a ritmo, però, di colpi di clacson. Seguono gli auguri in sette lingue: italiano, francese, inglese, tedesco, spagnolo, arabo e russo. Che cosa manca a completare il quadrettino natalizio? Beh, il portoghese e il cinese. Sicuramente una dimenticanza, visto che nel primo caso il Brasile è il mercato più importante del gruppo Fiat, mentre la Cina - nelle aspettative torinesi - è destinata a crescere. Per loro auguri a parte?