Service Tax, esonerati il 70% degli italiani

Il ministro Delrio: "La nuova imposta sarà equa, assurdo che chi ha di più non paghi"

L'Imu del 2013, secondo il ministro degli Affari regionali, Graziano Delrio, dovrebbe essere lasciata "ai Comuni per garantire la loro completa autonomia. La service tax in vigore dal 2014, invece - ha sottolineato Delrio al meeting di Rimini - dovrebbe essere una tassa che riguardi soprattutto i più abbienti". Il termine del 31 agosto resta fermo per quanto riguarda l’Imu, mentre per la tassa che scatterà l’anno prossimo «la scadenza è meno ravvicinata e potremo prenderci qualche settimana in più". "All’interno della maggioranza abbiamo posizioni differenti, tra chi vuole una copertura completa per togliere a tutti l’Imu per la prima casa e chi vuole concentrarsi sul 70% degli italiani e far pagare il 30% di quei cittadini che se lo possono permettere. Io sono per questa seconda opzione".

Commenti
Ritratto di bobirons

bobirons

Ven, 23/08/2013 - 07:15

Mi sembra equo, più che logico, che la "prima casa" sia esente da imposte, eccettuate quelle ricadenti nelle categorie catastali A1 (abitazioni signorili), A8 (ville), A9 (castelli). Altrimenti, dov'è la tanto decantata giustizia sociale, della quale i sinistri si riempiono la bocca ad ogni piè sospinto ? Certo, a loro i proventi dei balzelli servono per mantenere in stipendio tutta quella pletora di colletti bianchi, assunti per "meriti elettorali" e che devono mantenersi per continuare ad avere una solida base di potere.