Sigarette più care di 20 centesimi a pacchetto

Lo prevede un decreto legislativo che dovrebbe andare in Consiglio dei ministri il 10 luglio

Sigarette ancora più care. E non per l'aumento del costo della materia prima ma, ancora una volta, per permettere allo Stato di fare cassa. 

Il decreto legislativo che punta a riordinare la tassazione sui tabacchi e le sigarette elettroniche dovrebbe andare in Consiglio dei ministri il 10 luglio. È quanto avrebbe spiegato il sottosegretario all’Economia, Giovanni Legnini, durante il comitato parlamentare sulla delega fiscale. Secondo quanto si apprende l'aumento delle accise si aggirerebbe attorno ai 20 centesimi per le fasce basse e 10 centesimi per le fasce alte. Per quanto riguarda le sigarette elettroniche la tassazione sarà più soft perché si prevede di tassarle in modo corrispondente ma con uno sconto del 40% all’imposta così determinata.

All’incremento sopra indicato si arriverebbe con un aumento dell’accisa specifica dal 7,5% al 10%, con un piccolo aumento dell’imposta minima e un incremento della quota variabile dal 58,5 al 58,6. Il meccanismo punta a evitare di sfavorire o avvantaggiare i tre "player" presenti sul mercato che si rivolgono a fasce di consumatori diverse.

Commenti

redy_t

Gio, 03/07/2014 - 13:56

Attendo da un momento all'altro l'aumento della benzina.Di solito i nostri incapaci al governo, da 40 anni a questa parte,aumentano le due cose insieme.

gneo58

Gio, 03/07/2014 - 14:34

per redy_1 - dimentica gli alcolici, come si dice: non c'e' 2 senza 3.....

onurb

Gio, 03/07/2014 - 14:43

In queste politiche economiche non vedo nulla di diverso da ciò che si faceva durante la prima repubblica. Il Fonzarelli di Firenze è nato con la DC cattocomunista ed è rimasto a quella filosofia. Congratulazioni a chi l'ha votato. Mi auguro che il suo 41% sia tutto di fumatori.

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Gio, 03/07/2014 - 14:55

A quando la tassazione delle scorregge?, il pippometro è quasi pronto, il trombometro in fase di attuazione.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Gio, 03/07/2014 - 15:19

QUESTO E SOLO QUESTO SANNO FARE I NOSTRI POLITICI, MINISTRI E CAPI DI GOVERNO : COLPIRE SEMPRE E COMUNQUE LA MASSA DEL POPOLO E NON I POTENTI. Ma quanto sono BRAVI ed INTELLIGENTI...! Ma io direi IGNORANTI ed INCOSCIENTI ! E VOI, Popolo di lavoratori e pensionati sia di SX (PD) e di DX (Fumatori) ANDATELI SEMPRE A VOTARE.....!

Rossana Rossi

Gio, 03/07/2014 - 15:28

Ti pareva.......mi pareva strano che questo ennesimo 'governo innovatore' se ne fosse dimenticato......Pelobici hai proprio ragione, tra un po' ci arriverà anche il contacolpi in camera da letto..........

Ritratto di NangaParbat

NangaParbat

Gio, 03/07/2014 - 15:51

vatti a fidare di Renzie..tutti gli aumenti comunque sono "ammortizzati" dai mitici 80 euro o sbaglio?

max.cerri.79

Gio, 03/07/2014 - 15:52

Le sigarette fanno male e chi fuma, ignorante come nessun altro, impedisce a chi non lo fa di mangiarsi una pizza all'esterno quando la stagione lo permette. Ben venga una tassazione maggiore sui beniiinutili, preferisco aumentino sigarette, alcolici e simili piuttosto che latte, pane e pasta

Ritratto di orcocan

orcocan

Gio, 03/07/2014 - 15:54

Io fumo e non fumo da 50 anni, dipende dalle giornate. E da piu' di 50 anni nel caso del fumo aumenterà il contrabbando e minore entrate per il fisco. Poi arrivera' il solito aumento della benzina e dei bolli. Tanto di cappello alla fantasia del fisco. E' in questo modo che i guru dell'economia hanno azzerato il debito pubblico. Non sono un economista, ma mi risulta che quando calano i prezzi aumenta la produzione e il consumo... e le relative entrate. La mia piccola mente bacata e' del parere che con la diminuzione delle tasse ci sarebbero meno evasori (impossibile da eliminare totalmente) e un aumento del PIL. Attendo il Nobel. :-D

teoalfieri

Gio, 03/07/2014 - 16:13

solo? Dovrebbero alzarle di 2 euro... poi i tumorati da fumo li paghiamo noi...!

teoalfieri

Gio, 03/07/2014 - 16:13

solo? Dovrebbero alzarle di 2 euro... poi i tumorati da fumo li paghiamo noi...!

Ritratto di NangaParbat

NangaParbat

Gio, 03/07/2014 - 16:14

@Max.Cerri 79: non ricordo di aver usato i suoi di polmoni o la sua di gola l'ultima volta che ho acceso una Chesterfield ;)Quanto all' ignoranza assoluta..vabbe',parliamone. Cordialita'!

Ritratto di frank60

frank60

Gio, 03/07/2014 - 16:18

20 centesimi soli!sta a vedere....

Ritratto di Giuseppe.EFC

Giuseppe.EFC

Gio, 03/07/2014 - 16:26

Nessun problema: tutti quelli che conosco fumano di contrabbando, quindi l'effetto della nuova aliquota è veramente minimo. I tabacchini già sono alla canna del gas, perciò questa è in realtà una non-notizia

Gianca59

Gio, 03/07/2014 - 16:26

Uno Stato semplicemente ladro.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Gio, 03/07/2014 - 16:56

L'aumento delle sigarette ci può anche stare se legato ai costi per combatterne l'uso nocivo, ma l'incremento per fare cassa con le accise, qualsiasi sia il prodotto colpito sono indice di un paese con mentalità mediovale...a quando il ritorno ai dazi comunali? Anche se in effetti esistono già per per entrare in diversi centri abitati...

apostata

Gio, 03/07/2014 - 17:04

L’aumento del prezzo delle sigarette non è la via per recuperare soldi. Chi fuma si ammala di cancro (non solo polmonare), di malattie coronariche e cerebrovascolari, ecc., pesa sulla collettività per cure, affollamento di ospedali e laboratori (con conseguenti ritardi per gli altri malati), assenza dal lavoro, peso sociale e familiare. Veronesi lo definisce “il più grave problema sanitario”, il fumo è la prima causa di morte, si stima che in Italia provochi 90.000 morti/anno (20 volte più degli incidenti stradali). Chi fuma è esempio negativo e intossica con le emissioni. L’intervento economico dovrebbe toccare i costi sociali escludendo dal servizio sanitario i danni del fumo diretto. I fumatori dovrebbero pagarsi da soli le spese mediche.

Ritratto di Germano44

Germano44

Gio, 03/07/2014 - 17:11

Non si può criticare troppo un aumento delle sigarette. E' una spesa voluttuaria e quindi vi si potrebbe rinunciare o sarebbe sufficiente fumare 1 sigaretta in meno per assorbire l'aumento; quello che invece è triste e che le menti eccelse del governo e dell'esercito di burocrati al "lavoro" sappiano sempre e solo recuperare velocemente i soldi da sperperare nei soliti posti: benzina, bolli e balzelli vari che neanche sappiamo di pagare! Oltre ai miei migliori complimenti per la nuova e geniale trovata, ricordo che, nel caso sigarette, lo "spacciatore" è lo stato stesso.

Ritratto di tomari

tomari

Gio, 03/07/2014 - 17:32

La fantasia al governo! E per rispondere ai vari post, non mi risulta d'avere letto su qualche giornale "fumatore al volante investe pedone"; mentre ho letto spesso "ubriaco al volante investe ciclisti, pedoni e quant'altro". Perciò, se fumo crepo io, se guido ubriaco uccido altri. (sono astemio, perciò l'alcol non mi tocca).

ghorio

Gio, 03/07/2014 - 18:31

Cambiano i governi, arriva la presunta seconda Repubblica ormai da 20 anni e la politica economica è sempre uguale: Aumentano le sigarette( non sono fumatore) e le accise sulla benzina. Da domani tutti a piedi così magari Renzi toccherà i veri privilegi di quest'Italia, compresi gli emolumenti dei deputati , senatori, consiglieri regionali e compagnia cantando.

Ritratto di orcocan

orcocan

Gio, 03/07/2014 - 18:49

Signori, l'articolo non si riferisce alle malattie provocate dal fumo che, notoriamente, fa male, ma sulle solite tasse applicate sui soliti prodotti di cui e' ormai accertato l'impatto fiscale negativo. Tra l'altro il tabacco e' monopolio di stato. Se il fine fosse quello della salute pubblica, che si proibisca il tabacco (come droga), si proibisca l'alcool, si proibiscano le emissioni nocive dei veicoli, si condannino chi inquina (dal cittadino all'azienda)... e cento altri vizi o comportamenti che minano la salute.

onurb

Gio, 03/07/2014 - 19:18

max.cerri.79. Mi sembra il classico discorso di quello che, prendendolo in quel posto, pensa a quanto è fortunato che chi glielo sta mettendo ce l'ha di 15 cm. e non di 25.

max.cerri.79

Gio, 03/07/2014 - 19:21

Nangaparbat, ogni volta che accendi una sigaretta quando cammini x strada, ogni volta che l'accendi al ristorante quando mangi all'esterno, ogni volta che fumi appena fuori dalla porta di un bar, centro commerciale, ecc.., usi i miei polmoni. Io la chiamo ignoranza, tu?

onurb

Gio, 03/07/2014 - 19:22

Germano44. Se decidono di aumentare tutte le spese voluttuarie, ci riduciamo a vivere di pane e acqua.