Gli slalom di Azzi tra le sue Bcc


A dicembre 2012 Alessandro Azzi è stato confermato alla guida di Federcasse, la casamadre delle Bcc, nel credito cooperativo ribollono però antagonismi mai sopiti. Come quelli tra la federazione del Trentino e il fronte più vicino ad Azzi, attribuito a Emilia Romagna, Puglia, Lazio, Veneto e Piemonte. La Toscana manterrebbe invece una posizione neutrale. Cui aggiungere qualche piccolo sgarbo, come è accaduto al momento di scegliere il sistema operativo: se le banche «azziane» utilizzano il software «Iside», i trentini hanno opposto «Foneix», senza contare che anche la toscana Cabel ha tentato di costruirsene uno ad Empoli. Le Bcc condividono poi con le banche «spa» il problema dei costi: da qualche tempo a guidare l'ufficio sindacale di Federcasse c'è Marco Vernieri, l'ex braccio destro di Francesco Micheli ad Intesa Sanpaolo, con un passato in Unicredit.