Solo un'azienda su tre paga in tempo

Mai così male da 5 anni. I ritardatari sono più stabili

Soltanto una impresa italiana su tre (36,3%) è puntuale nei pagamenti: è la peggior performance degli ultimi cinque anni. Non si registra più un aumento dei ritardi, ma sarà molto difficile tornare ai ritmi precedenti alla crisi. In particolare, in base a uno studio curato da Cribis D&B, il 48% delle imprese paga con 30 giorni al massimo di ritardo; stabile invece al 15,7% la quota di chi salda le fatture oltre un mese dopo la scadenza. Tale percentuale è però quasi tre volte (+185,5%) il dato di fine 2010. E non si prevedono a breve inversioni di rotta.

L'analisi dei pagamenti per dimensione aziendale sfata inoltre alcuni luoghi comuni: le imprese più affidabili dal punto di vista commerciale sono le microrealtà, con una concentrazione del 37,4% nella classe di pagamento alla scadenza. Parallelamente, però, le piccolissime ditte sono anche quelle che presentano il maggior numero di pagamenti con oltre un mese di ritardo (17,4%), con un forte peggioramento (+200%) rispetto al 2010. Andamento opposto per le grandi imprese, virtuose solo nel 16,1% dei casi ma in grave ritardo in una percentuale pari alla metà (8,4%). Situazione intermedia per le pmi: percentuali di ritardi gravi del 10,1%, pagamenti regolari al 35,6 per cento. Il Nord-Est è la macro-area geografica più affidabile, con il 45,6% di pagamenti regolari e solo l'8,8% oltre i 30 giorni, mentre le imprese meridionali mostrano difficoltà: solo il 22,4% di pagatori regolari.

Commenti

cgf

Mar, 07/04/2015 - 13:03

Il problema [già da qualche tempo] non è il lavoro, quello ci sarebbe e qualcosa che si muove anche, è incassare, se lavori e non incassi devi lo stesso pagare le tasse ed intanto quello che non ti paga... Una volta per evitare problemi si 'scremavano' i clienti e si evitava di servire che lavora con la PA, ma oggi anche coloro che hanno sempre pagato, la gente onesta che più onesta non si può, a volte non riescono a pagarti perché a loro volta non sono stati pagati. Il *socio* invisibile, lo Stato, che una volta era al 50% oggi è quasi al 60%, li vuole tutti ed in alcuni casi anche in anticipo, guai a sbagliare, ti c@zzi@ di brutto.

unosolo

Mar, 07/04/2015 - 14:53

per pagare i frigoriferi negli uffici della camera noi perdiamo imprese e posti di lavoro , ma le tasse servono solo per mantenere nel lusso quei due palazzi ?