S&P: "Se lʼItalia esce dallʼeuro, ci sarà impatto negativo sul rating"

"Una deviazione rispetto al progetto dell'Eurozona e della moneta unica - spiega il direttore S&P - avrebbe molto probabilmente un effetto negativo sul rating del Paese"

Il direttore del settore sovrano dell'agenzia di rating Standard & Poor's, Patrice Cochelin, si sofferma sulle prossime elezioni politiche nel nostro Paese, osservando che una eventuale "deviazione rispetto al progetto dell'Eurozona e della moneta unica avrebbe molto probabilmente un effetto negativo sul rating del Paese". Tradotto dal burocratese: se l'Italia esce dall'euro ci sarà impatto negativo sul rating. Cochelin aggiunge che la propria agenzia "confida però nelle politiche italiane, perché il Paese mostra una forte adesione al progetto europeo".

Il capo economista per l'Europa di S&P global, Jean-Michel Six, presentando le prospettive macro-economiche a Parigi, sottolinea che il Portogallo segna una crescita "spettacolare" e un'"altra buona notizia è che gli italiani si sono uniti al ballo con il ritorno della ripresa". Six ha poi ricordato che il "Pil italiano è ancora al di sotto di quello del 2007 ma in ogni caso ci sono segni di ripresa". Insomma, la crescita c'è ma è ancora molto lenta. E non abbiamo ancora recuperato terreno rispetto al tracollo di dieci anni fa.

Commenti

Giorgio Colomba

Gio, 11/01/2018 - 12:15

Siamo già all'intimidazione di stampo mafiosetto.

CALISESI MAURO

Gio, 11/01/2018 - 12:30

Quindi il gatto e la volpe diffidano Pinocchio in caso egli non voglia sotterrare quei quattro soldi del povero Geppetto:)) Via dall'euro subito, Salvini caccia via tutta la masnada ( compreso il signore con gli " attributi" ) e subito convoli a nozze con quei dispera... dei stelloni. Ripulisti in ogni casa uno dai sinistrati e i secondi da diamantati... e' l'ultma chiamata alla salvezza della nazione

DRAGONI

Gio, 11/01/2018 - 12:31

"MOLTO PROBABILMENTE"!!QUANTA DIPLOMAZIA ORA MA CHE NON FU' AFFTTO IMPIEGATA PER DEFENESTRARE IL CAVALIERE ED IMPORCI IL DOTT. MONTI CHE FU LAUTAMENTE PAGATO "IN ANTICIPO" DAL PD NAPOLITANO CON LA RELATIVA NOMINA A "SENATORE A VITA"!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 11/01/2018 - 12:32

Basterebbe chiedere il mantenimento di tutti gli immigrati (da loro voluti e mai presi), oppure non versare più un cent. a pareggio del costo.

ILpiciul

Gio, 11/01/2018 - 12:37

Se lo dicono loro io gli credo. Allo zero per cento! Io so solo che .....prima la mia paghetta mi consentiva più comodità dunque dev'esserci stato qualche imbroglio a mio danno. E se mancano soldi a me significa che se li è intascati quancun'altro. La Palisssse.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 11/01/2018 - 12:50

Scusate,mahhh s&p sta per strun.. & p.rla???

Michele Calò

Gio, 11/01/2018 - 12:54

Più che una analisi politica è un pizzo mafioso della "cupola" massone ashkenazita e sionista finanziaria e bancaria angloamericana del Bilderberg firmato Soros.

Una-mattina-mi-...

Gio, 11/01/2018 - 13:04

SOLITO TERRORISMO MEDIATICO, SCANDITO A SETTIMANE ALTERNE. TRATTASI DI BABAU ISTITUZIONALE, HA SOSTITUITO IL DIAUL!

nerinaneri

Gio, 11/01/2018 - 14:06

Michele Calò: e il komunismo globale, dove lo metti?...beati pensionati...

agosvac

Gio, 11/01/2018 - 14:20

Forse sarebbe ora di fregarsene di quanto impongono le "note" agenzie di rating. Anche perché non dipende dal rating se gli investitori comprano o no i nostri titoli di Stato. Li comprano perché sanno che sono solvibili. Anche quando lo spread era a 550 sotto il Governo monti, i Btp italiani non restavano mai invenduti al contrario dei bund tedeschi che dovevano essere acquistati dalla Bundesbank!

Ritratto di kardec

kardec

Sab, 13/01/2018 - 06:54

Delle idee (vendute & comprate) di Patrice Chochelin, ce ne sbattiamo le ........... Ma che si facciano i furti loro !

swiller

Sab, 13/01/2018 - 21:35

S&P uns cxxxxa pazzesca.