A spasso oltre il 39% dei giovani

In lieve calo la disoccupazione in Italia, che a giugno è scesa al 12,1% dal 12,2% di maggio, ma è sempre allarme per i giovani: il tasso dei senza-lavoro nella fascia di età tra i 15 e i 24 anni è salito al 39,1%, con un aumento di 0,8 punti percentuali rispetto al mese precedente. Il miglioramento del livello generale di disoccupati è inoltre solo apparente. La Confcommercio rileva infatti che la lieve flessione è dovuta «al fatto che la riduzione del numero di disoccupati (-31mila persone rispetto a maggio) è stata maggiore della riduzione del numero di occupati (-21mila persone)». In ogni caso, quello del mese scorso è il primo calo numerico sul totale dei disoccupati da oltre due anni.
L'alto numero di italiani a spasso e il contesto recessivo stanno contribuendo a mantenere fredda l'inflazione, scesa in luglio all'1,1% dall'1,2% del mese prima. Riflette la Cia-Confederazione italiana agricoltori: considerato che ormai quasi il 60% del reddito mensile degli italiani viene divorato da bollette, mutuo e macchina, è evidente che poi bisogna tagliare su tutto il resto, anche sul cibo, tanto più che il carrello della spesa resta caro (+2% annuo), così come i listini degli alimentari al supermercato.

Commenti

franco@Trier -DE

Sab, 03/08/2013 - 10:18

la maggior parte non ha voglia di sporcarsi le mani e voglia di fare un cassio, perchè non fanno quello che farebbero gli extracomunitari?.Troppa fatica? AH..