lo spillo L'abbraccio e quel no alla patrimoniale

Il confermato presidente dell'Abi, Mussari, e il numero uno di Confindustria, Squinzi, si sono abbracciati ieri alla fine dell'assemblea dell'associazione bancaria. Eppure nel discorso di Mussari c'era un passaggio che a Squinzi avrà fatto fischiare le orecchie. «Occorre riflettere su come un bene avente destinazione economica non possa che essere tassato in base al reddito che è in grado di produrre, disciplinando con rigore il doloso omesso utilizzo», ha detto il capo dei banchieri. È un concetto importante: gli istituti di credito chiedono che l'imposizione fiscale si concentri sul reddito prodotto (sanzionando l'improduttività). L'esatto contrario della patrimoniale «d'emergenza, ma che non tocchi le imprese» invocata da Squinzi.