lo spilloAi top manager di Siena vietato toccare lo stipendio

Sembra che i manager del Montepaschi siano d'accordo su tutte le condizioni poste dall'Europa per il salvataggio della banca. Tutte tranne una: il loro stipendio. La Ue pretende che in una banca alle prese con aiuti di Stato un manager non guadagni più di 10 volte il salario medio dei suoi dipendenti. Sembra ragionevole. Eppure il presidente Alessandro Profumo incontra resistenze. Non per se stesso, (guadagna meno della media, che è di 65mila euro annui). Ma per altri: dall'ad Fabrizio Viola (che prende 1,4 milioni di fisso) in giù ci sono dei problemi. Una circostanza che, se confermata nei prossimi giorni, sarebbe clamorosa. Al punto che si potrebbe parlare del caso Mps come di uno «scandalo» anche senza aspettare gli esiti dei processi in corso.