Lo spread Btp/Bund scende sotto i 200 punti: minimo da luglio 2011

Il differenziale è sceso brevemente sotto la soglia critica, per poi risalire

Per la prima volta dal 6 luglio 2011, lo spread, il differenziale tra i Btp italiani e i Bund tedeschi, è sceso brevemente sotto i 200 punti, considerati la soglia psicologica. Il rendimento del titolo italiano è sceso al 3,94%, per poi risalire, con lo spread nuovamente sopra i 200.

 

Commenti
Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Ven, 03/01/2014 - 12:23

Tutti i cani arrabbiati, ululano quando si "sprecano" 120.000,00 EURO, ma nessuno commenta 5 MILIARDI di risparmio sugli interessi dei titoli di Stato,complimenti per il posizionamento a fondo pagina... Pubblicare, grazie.

rossono

Ven, 03/01/2014 - 14:01

WjnnEx hoooo!!!!!!!!!! scusa sono talmente occupato a pagare tasse e aumenti vari che no me ne ero accorto!! Tu ci hai guadanato qualcosa?

MEFEL68

Ven, 03/01/2014 - 14:01

Questo vuol dire due cose: 1)-che anche durante il governo Berlusconi (il 6 luglio 2011 il Cav era in carica) lo spread era sceso a quei livelli con conseguente risparmio sugli interessi. 2)- che l'improvvisa impennata dello spread era solo una bolla speculativa ben manovrata. Infatti, se lo spread significasse qualcosa, ora il suo indice3 dovrebbe essre ben al di sopra dei 600 punti, visto che le nostre condizioni economiche sono peggiori di allora. Debito pubblico più alto e produzione e occupazione in picchiata. Giusto?

agosvac

Ven, 03/01/2014 - 14:20

Egregio WjnnEx, lei non ha capito niente! Quando lo spread diminuisce non è che per i titoli già emessi con tassi più alti cambia niente! I Btp sono titoli a cedola fissa: se escono con un tasso del, per esmpio, 5%, continuano a rendere il 5% per tutta la durata del titolo. Semmai sono i titoli di nuova emissione che avrebbero un tasso inferiore. In conclusione il risparmio è futuro sempre che questa diminuzione duri nel tempo, sul presente non c'è alcun risparmio!!! Vorrei spiegarle qualcosa di come funziona lo spread, ma temo che non riuscirà a capirlo: lo spread si calcola sul mercato secondario dei titoli, non su quello primario, il che significa che non è che aumentino o diminuiscano gli interessi, quello che aumenta o diminuisce è solo il valore nominale dei titoli, nient'altro! Non sto a spiegarle quale sia il meccanismo per cui se diminuisce il valore nominale è come se aumentassero gli interessi e viceversa, non sto a spiegarle che se c'è un surplus di vendite il valore nominale del titolo diminuisce, sono cose che dovrebbe capire da solo se avesse un minimo d'intelligenza!!!

rokko

Ven, 03/01/2014 - 14:29

MEFEL68, entrambe le deduzioni non hanno né capo né coda. La prima è semplicemente errata dal punto di vista logico (oltre che falsa), il trend non si può dedurre dal valore puntuale. Ad esempio, se la disoccupazione fosse al 10%, potrebbe essere una buona cosa o una cattiva cosa, se quella dell'anno precedente fosse stata 30% o 2% rispettivamente. Nel 2011 lo spread era salito a 200 da circa 60 di inizio anno e zero degli anni precedenti. Il secondo punto è poi assurdo, lo spread misura quanto gli investitori finanziari si fidano a comprare titoli di Stato, se non si fidano non si fidano e basta, non è che puoi obbligarli a comprare.

Giorgio1952

Ven, 03/01/2014 - 14:32

Mefel68 che le condizioni economiche siano difficili non lo nega nessuno, cosi' come il debito pubblco e la disocuppaziine, ma discesa dello spread sta a significare che Letta ha credibilita' internazionale e c'e' fiducia, tutte cose che il Cav non aveva.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Ven, 03/01/2014 - 14:52

Egregio Giorgio1952, lo spread non dipende certo dalla credibilitá dei nostri politici (in tal caso ora sarebbe oltre 1000), ma solo da quanta corda i finanzieri d'assalto ci lasciano affinchè i nostri governicchi ci impicchino meglio... Se fosse l'opposto, non crede forse quanto strombazzerebbe questo valore il nostro Letta?

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 03/01/2014 - 15:06

MEGLIO; AVERE LO SPREAD A 500 PUNTI! CHE AVERE 8 MILIONI DI POVERI CHE NON SI POSSONO SFAMARE! CHE IO SAPPIA LA GENTE MANGIA PANE É NON LO SPREAD!.

Ritratto di filatelico

filatelico

Sab, 04/01/2014 - 03:52

la manovra sullo spread è stata fatta per silurare Berlusconi e propinarci Monti e Letta che hanno dissanguato milioni di italiani.Il debito pubblico non va ridotto nei periodi di crisi come fatto da questi due. Basta pareggio di bilancio fiscal compact e altre cose demenziali. W KEYNES