Spread, Credit Suisse: "Quota 400 insostenibile per le banche"

Secondo una ricerca di Credit Suisse se lo spread salisse a 400 punti la situazione diventerebbe insostenibile per le banche italiane

Nella sola giornata di ieri le principali banche italiane hanno perso 176,4 milioni di euro di capitale e se lo spread salisse a 400 punti la situazione sarebbe insostenibile. A sostenerlo è una ricerca di Credit Suisse che ha preso in esame i dati di sei banche (Unicredit, Intesa, Mps, Ubi Banca, Banco Bpm e Bper).

La più a rischio è il Monte dei Paschi di Siena che è in mano al ministero del Tesoro e che quindi potrebbe essere aiutata di nuovo con i soldi di noi cittadini. La Credit Suisse, partendo da 238 punti (la fine del secondo trimestre) calcola un aumento di 100 punti dello spread metterebbe in seria difficoltà l’istituto bancario senese, abbassando il Cet1 (il capitale di migliore qualità) sotto la soglia minima stabilita da Francoforte al 10,25%. Anche Banco Bpm si troverebbe nella medesima situazione qualora lo spread salisse di 200 punti base, arrivando così a 438 punti mentre Unicredit e Ubi Banca sfiorerebbero tale soglia. Uno spread oltre i 500 punti, si legge su La Stampa, lascerebbe soltanto Banca Intesa e Bper con un margine di sicurezza ampiamento sopra i requisiti minimi.

Monte dei Paschi si troverebbe sotto del 2,62% e anche Banco Bpm sarebbe sotto la soglia critica mentre Unicredit e Ubi si salverebbero per pochi centesimi di punto. Nel trimestre precedente, l’aumento dello spread aveva già inciso sul capitale delle banche italiane. Mps, tra fine marzo e fine giugno, ha perso 405 milioni di minor capitale mentre Unicredit oltre un miliardo di euro e Intesa Sanpaolo poco meno di un miliardo. Come se non bastasse, da vari giorni, la Borsa sta penalizzando le banche italiane: Intesa Sanpaolo -3,26%, Unicredit -3,56%, Ubi Banca -4,94%, Banco Bpm -6,47%.

Commenti
Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mar, 09/10/2018 - 12:15

Di Maio ha detto che uno spread a 400 punti non lo farà arretrare di un millimetro. Neppure a 1.000, neppure a 2.000. Di Maio può dire questo perché il 60% degli italiani la pensa così e sostiene il governo. Il 40% che non la pensa così è rassegnato. Come si vede la situazione è senza uscita.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Mar, 09/10/2018 - 12:29

Il fatto è che il restante 40% è costretto a fare ugualmente il tifo per i due imbecilli governativi per ovvi motivi. Siamo sulla stessa barca anche se al timone ci alternano due sordo-Cieco-muti. Per non parlare del comandante che altro non è che una marionetta i cui fili sono mossi dai due di prima.

noside863

Mar, 09/10/2018 - 13:35

Non riesco a capire perché lo SPREAD a 400 è un valore insostenibile per le banche, quando esattamente grazie allo spread lucrano come degli strozzini sulla vita delle persone.

Atlantico

Mar, 09/10/2018 - 13:41

Inutile far leggere questo articolo a Salvini e Di Maio: non sono in grado di comprendere cosa voglia dire.

QuebecAlfa

Mar, 09/10/2018 - 14:57

Il governo italiano ha pieno e legittimo potere di condurre lo stato della repubblica italiana al suicidio economico-finanziario. Il sig. Goffredo Buccini ha previsto che, in caso di downgrade a livello "junk" della valutazione dei titoli di debito pubblico italiani, vi sarà l'automatica uscita della repubblica italiana dall'eurosistema. Tale uscita condurrà alla DISSOLUZIONE dello stato della repubblica italiana. Dunque poterbbe anche accadere che da qui a un anno lo stato italiano scompaia dalla geopolitica di questo pianeta. Esattamente come accaduto per tanti stati/imperi nei secoli pregressi.

rokko

Mar, 09/10/2018 - 14:57

noside863, grazie allo spread lucrano come strozzini ? Grazie allo spread perdono un sacco di soldi, altro che !

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Mar, 09/10/2018 - 15:41

Scusate ma di quale 40% di cittadini state parlando? Ha votato il 72% e tra questi il 17% Lega (in coalizione) e 5Stelle il 32%. Se dovessimo dar retta ai semplicistici e manipolatori sondaggi staremo freschi.

luigirossi

Mar, 09/10/2018 - 15:47

Per aiutare le banche tedesche e francesi Monti non trovo' 63 MILIARDI?E allora tranquillo,Credit Suisse.Pantalone paga ed ha sempre pagato

flip

Mar, 09/10/2018 - 16:17

le banche (poste comprese). non usano i soldi del loro azionariato, ma quelli dei loro clienti che depositano. Correntisti! state attenti. In mano non avete garanzie solide e reali. Vi fidate troppo!