Spread, la crisi ci è costata 50 miliardi

È il conto per lo Stato degli interessi sul debito in 7 anni

Roma La crisi dello spread, cioè l'esplosione degli interessi sul debito pubblico italiano, è costata alle casse dello Stato 50 miliardi di euro. Cifra che rappresenta la differenza tra la spesa degli interessi nel clou dell'emergenza e quanto lo Stato avrebbe pagato per il servizio del debito in una situazione normale. La stima è contenuta in una analisi realizzata centro studi Impresalavoro. Gli anni presi in considerazione sono quelli dal 2008 al 2015. Il primo picco della crisi nel 2011, con i tassi dei Btp decennali a rendimenti di cinque punti superiori rispetto a quello dei Bund tedeschi. Il governo Berlusconi fu costretto alle dimissioni e si insediò Mario Monti. Gli spread tornarono comunque a salire fino a quota 537. Per capire cosa ha significato per le casse pubbliche, quindi per i cittadini, ImpresaLavoro ha ipotizzato uno scenario diverso, applicando al periodo 2011/2013 la media del prezzo cedolare e del prezzo di aggiudicazione del periodo 2011/2013, su tutti i titoli di stato. La differenza in spesa per interessi che emerge è appunto 50 miliardi. Una spirale che ci avrebbe portato a picco, se Mario Draghi non avesse proposto e ottenuto il Fondo salva stati annunciando che la Bce avrebbe fatto «tutto il necessario» per salvare l'euro. Cinquanta miliardi sono la misura della sfiducia degli investitori internazionali nei confronti dell'Italia.E il sostegno di Francoforte non può essere l'unica soluzione, sottolinea Massimo Blasoni, presidente del centro studi ImpresaLavoro. «Nei primi undici mesi del 2015 - sottolinea l'imprenditore - il nostro debito pubblico è aumentato di ulteriori 76 miliardi di euro e per ora scende soltanto nelle previsioni del governo, tutte da confermare, per gli anni a venire. Una riedizione di quanto avvenuto nel 2011 è stata sin qui scongiurata dall'attivismo della Bce e di Draghi ma l'alto debito pubblico del nostro paese ci espone costantemente al rischio di finire in balìa delle turbolenze dei mercati finanziari con costi molto alti, sia dal punto di vista economico che politico». Il Quantitative Easing non può influire sulla «debolezza delle nostre banche che è un riflesso della debolezza di un paese troppo indebitato». Quindi, sottolinea Blasoni, l'unico modo per evitare altre crisi è «rimettere in ordine i nostri conti pubblici, riducendo il nostro debito. Un'operazione che, numeri alla mano, al governo non sta riuscendo». Qualche segnale dei possibili rischi emerge anche dalle tabelle dello studio. Nel 2015 la media del prezzo dei Btp a dieci anni è sempre sopra 100, così come la richiesta di titoli. Ma entrambi gli indici sono in calo di circa tre punti rispetto al 2014. La sfiducia rischia di essere più forte della Bce.

Commenti

xgerico

Lun, 01/02/2016 - 09:01

Antonio che lo spread sia sceso da 570 al 105% non ti sta bene neanche questo? (è arrivato anche a 98% ma non ricordi)?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 01/02/2016 - 09:05

L'UE è un progetto americano nato specificamente per annientare l'Europa: 1) politicamente, 2) economicamente, 3) culturalmente, 4) e in tutte le sue identità: religiosa, etnica, razziale, nazionale

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 01/02/2016 - 09:08

Il genocidio di Kalergi proseguirà con l'annientamento delle lingue nazionali. Presto italiano, francese, tedesco ecc.. verranno tutte marginalizzate progressivamente a favore dell'inglese, la lingua del Padrone e delle Elite massoniche.

nerinaneri

Lun, 01/02/2016 - 09:10

...ma non era un'invenzione?...

conviene

Lun, 01/02/2016 - 09:30

MA NON ERA L'EX CAVALIERE E VOI A SOSTENERE CHE LO SPREAD ERA SOLO UNA INVENZIONE DEI TRINASRICIUTI COMUNISTI? MI SEMBRA CHE PAGARE LE EMISSIONI PERIL DEBITO PUBBLICO UN SETTIMO RISPETTO A QUADO C'ERA IL NANO SIA UN RISPARMIO NON INDIFFERENTE PE RIL PAESE. LO CAPISCONO ANCHE I BAMBINI DELLA PRIMA ELEMENTARE

Mr Blonde

Lun, 01/02/2016 - 09:39

Quindi sempre sia lodato Mario Monti che ne ha fatti risparmiare altrettanto

rokko

Lun, 01/02/2016 - 09:51

Io ero rimasto al fatto che lo spread era un imbroglio. Come la mettiamo ? (PS solo un cxxxxxxe non capisce che finché ogni anno ci tocca collocare titoli per 450 miliardi dello spread non ce ne possiamo fottere altamente)

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 01/02/2016 - 09:59

La Chiesa è totalmente asservita al progetto mondialista. In preda a gente come Scola che attivamente sostiene l'imbastardimento e il cosmopolitismo genocida.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 01/02/2016 - 10:03

Con, lo Spread basso non mangia nessun povero, é chi chiude gli occhi davanti alle catastrofi causate dai komunistronzi dal 2011 in poi é solo un idiota, é 4 milioni di poveri in piu, il 40% del valore delle case perso, 437 miliardi di valore d,aquisto perso dalle famiglie italiane, 1,7 milioni di posti di lavoro persi, la disoccupazione al 14,7% 5 punti di piu dal 2011, 1000 suicidi di persone oneste, é 80,000 ragazzi italiani espatriati in cerca di lavoro, sono fatti é non una data di spread che non interessa chi non ha pane é lavoro, Lo Spread si é fatto salire per sbarazzarsi di Berlusconi, é mentre lo Spread scendeva aumentava la povertá e la Disoccupazione, é io inviterei chi é contento di questo a mangiarsi lo Spread invece del pane!.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 01/02/2016 - 10:18

Il debito è lo strumento con cui la dittatura finanziaria controlla gli stati.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 01/02/2016 - 10:19

Soros e i suoi confratelli di New York hanno provato recentemente ad affondare la Cina e la sua moneta. Hanno fallito come hanno fallito con la Russia. Sono gli ultimi colpi di coda del Regno del Caos.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 01/02/2016 - 10:25

L'assalto americano allo Yuan cinese è fallito ed è una guerra che il Regno del Caos non può vincere. Non faranno altro che saldare l'alleanza Russia-Cina e vedrete che anche l'India si unirà contro il Regno del Caos. Il mondo libero è stanco della follia americana e dei suoi mali: finanza di rapina, speculazione, guerre, mondialismo, genocidi culturali e non, aggressioni, colonialismo economico.

guardiano

Lun, 01/02/2016 - 10:34

X i due masochisti xgerico e conviene(che ti tagli le palle) lo spread è stata una delle più famigerate manovre dei banditi europei in combutta con i comunisti italioti per far cadere il governo legittimamente eletto dagli Italiani, lo spread senza manovre delinquenziali non sarebbe aumentato più di tanto, la conferma sta nel fatto che con il debito pubblico aumentato, la disoccupazione alle stelle, migliaia di aziende che hanno chiuso lo spread per opera dello spirito santo è ritornato nella normalità, ma forse per i babbei di sinistra è troppo difficile da capire.

unosolo

Lun, 01/02/2016 - 10:45

se lo Stato seguita a sprecare soldi senza dare credito alle imprese abbassando le tasse e abbassando la ritenuta IRPEF ai lavoratori non riuscirà mai a portare capitali in ITALIA non esiste incentivo reale a lungo termine , perdiamo imprese e soldi continuamente .

rokko

Lun, 01/02/2016 - 10:46

Ausonio, ti invito a riflettere sulla cazzata che hai scritto. Il debito è uno strumento finanziario fondamentale attraverso il quale si possono fare investimenti per crescere, che altrimenti non si potrebbero fare. Il debito diventa un problema se, come nel nostro caso, lo facciamo non per investire sul futuro, ma per foraggiare la spesa corrente. Foraggia oggi, foraggia domani, il debito esplode (perché i soldi spesi non ritornano, trattandosi di spesa corrente), e ad un certo punto chi ti presta i soldi inizia a chiedere più interessi oppure non te li presta per niente, perché nessuno è fesso. Di che dittatura parli ?

rokko

Lun, 01/02/2016 - 10:48

pasquale.esposito, ecco un altro che è convinto che gli spread si sono creati ad arte per scalzare Berlusconi. Se non dovessimo rifinanziare il debito per 400/450 miliardi circa ogni anno, ce ne potremmo sbattere degli spread. Poiché non è così, ce la possiamo prendere solo con noi stessi e soprattutto con la nostra classe politica, che non fa nulla per la crescita economica e l'abbattimento del debito.

63FRANCK

Lun, 01/02/2016 - 10:51

Per xgerico, ma cosa dici? non ricordi? non sono percentuali ma percentuali in centesimali, 105% equivale al 1,05% in più rispetto ai buoni del tesoro tedeschi... Cosa non si fà per il tifo

rokko

Lun, 01/02/2016 - 10:54

guardiano, sei tu che non capisci. Ogni anno rinnoviamo 450 miliardi di titoli del debito pubblico, ci sei ? Cento punti di spread significano 1%, ovvero 4.5 miliardi in più l'anno di interessi. A regime, una volta che hai rinnovato tutto il debito (dopo 5 anni) significano 22.5 miliardi l'anno di interessi. Lo spread a 500 significa, a regime, più di cento miliardi in più che si volatilizzano. Se riesci a capire questo, allora si può cominciare a ragionare se e quando ci siano state delle "manovre di banditi europei e nostrani" per far salire lo spread.

ziobeppe1951

Lun, 01/02/2016 - 10:59

Pasquale Esposito...10.03...parole sante

xgerico

Lun, 01/02/2016 - 11:07

Qualcuno dimentica che il Governo, nel novembre 2011, si è dovuto dimettere perché non aveva più la maggioranza!

Mr Blonde

Lun, 01/02/2016 - 11:38

xgerico quolacuno dimentica inoltre che lo spread è schizzato anche in spagna portogallo irlanda x non parlare ovviamente della grecia, e qualche anno prima in islanda. Tutti quanti x far fuori il cav...? ma una almeno una prova che il cav sia stato contro l'europa c'è? quale...? averci portato mario monti come commissario?

xgerico

Lun, 01/02/2016 - 11:42

@pasquale.esposito- Pasquà cambia spacciatore! Non è buona quella che usi ultimamente! Hai le allucinazioni!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 01/02/2016 - 12:49

#rokko. Io, non rispondo a gente che non capisce un caxxo, ma questo non Vale per lei, perche quello che lei scrive ha un senso e lei non é una testa idiota come certe persone malate di alzheimer che scrivono solo idiozie, lei scrive che lo spread Costa al,italia 400 miliardi all,anno?,ma quanto Costa al,italia la mancanza di riforme da 50 anni?;é i mancati investimenti dal,estero quanto costano questi al nostro paese?, l,italia deve rifinanziare il suo debito perche dal,estero nessuno viene a investire i suoi capitali nel nostro paese, perche con i governi di sx é i sindacati komunisti che organizzano scioperi a gogo nessuno é cosi scemo da fare investimenti in italia, é anche la speculazione internazionale scommette contro l,italia,é io giudico le cose senza la lente ideologica, perche essendo in Germania vedo come qui si fá politica per gli interessi del paese é del popolo.

xgerico

Lun, 01/02/2016 - 13:25

@rokko- Rokko lascia perdere il Pasquale, che dopo aver stretto bulloni all Ford tedesca per 40 anni è talmente "usurato" tant'è che è diventato un bipolare! Spesso e volentieri si crede e scrive come una Merkel qualunque! Al limite assecondalo, una sola volta, altrimenti ti tampina!

xgerico

Lun, 01/02/2016 - 13:32

@pasquale.esposito- Scrive: l,italia deve rifinanziare il suo debito perche dal,estero nessuno viene a investire i suoi capitali nel nostro paese...........Mi son sbragato dalle risate! Pasqualino, alias Mimì metallurgico sostiene che si deve rifinanziare il debito dell'Italia. Pasquà ma sta dicendo che lo Stato Italiano deve finanziare un debito che ha, con soldi che non ha mai avuto e avrà!

xgerico

Lun, 01/02/2016 - 13:45

@@@pasquale.esposito- Scrive: l,italia deve rifinanziare il suo debito perche dal,estero nessuno viene a investire i suoi capitali nel nostro paese...........Mi son sbragato dalle risate! Pasqualino, alias Mimì metallurgico sostiene che si deve rifinanziare il debito dell'Italia. Pasquà ma stai dicendo che lo Stato Italiano deve finanziare un debito che ha, con soldi che non ha mai avuto e avrà!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 01/02/2016 - 15:19

SE; IO SAREI UNA MERKEL QUALUNQUE; ALLORA IO SAREI LA MAESTRA DI QUEL DILETTANTE DI MATTEO RENZI! SE IO SAREI UNA MERKEL QUALUNQUE ALLORA AVREI FATTO ARRIVARE IL MIO PAESE AD AVERE 42,8 MILIONI DI POSTI DI LAVORO! SE; IO SAREI UNA MERKEL QUALUNQUE ALLORTA FAREI UNA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA IN ITALIA DOVE LA GENTE SI PUO DIFENDERE DAI LADRI SENZA DOVER ESSERE CONDANNATA PER ECCESSO DI DIFESA! SE; IO SAREI UNA MERKEL QUALUNQUE ALLORA BUTTEREI FUORI DAL;ITALIA TUTTI I PROFUGHI CHE AMMAZZANO E VIOLENTANO LE DONNE ITALIANE! SE;IO SARE UNA MERKEL QUALUNQUE POTREI SPIEGARE AD UN IDIOTA CHE GLI INVESTIMENTI ESTERI AIUTANO LO STATO A MIGLIORARE IL SUO BILANCIO CON LE TASSE CHE INCASSEREBBE DA QUESTI INVESTIMENTI! MA VOLER SPIEGARE QUESTO AD UN IDIOTA É UNA COSA IMPOSSIBILE!.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 01/02/2016 - 15:52

CI; SONO PERSONE CHE SONO INTELLIGENTI É RIMANGONO TALI PER TUTTA LA VITA! É CI SONO PERSONE CHE SONO NATE 70 ANNI FÁ DA RAZZA CAPRINA É RIMANGONO TALI PER TUTTA LA VITA! É IO POSSO SOLO AGGIUNGERE QUELLO CHE DICE VITTORIO SGARBI; CHE UNO DEVE ESSERE UNA CAPRA PER ESSERE UNO DI SINISTRA! CAPRA! CAPRA! CAPRA! É ANCORA CAPRA! É CHI VUOL CAPIRE CAPISCA A CHI MI RIVOLGO!.

xgerico

Lun, 01/02/2016 - 15:53

@pasquale.esposito- dai su pasquale spiegaci come si "rifinanziano" dei soldi che non hai! Però in parole semplici, altrimenti la gente non ti segue e non capisce!

Duka

Lun, 01/02/2016 - 17:42

Ma volete mettere ; abbiamo avuto un luminare investito di senatorato a vita in 12 ore che ci ha salvati dal "baratro" e riempito le proprie tasche.

Anonimo (non verificato)

xgerico

Lun, 01/02/2016 - 18:26

@pasquale.esposito-15:52 - Dai su Pasquale non ti dare della capra, perché uno ti ha scoperto quanto sei ignorante in economia!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 02/02/2016 - 08:01

#xsterco.TU! NON SEI DEGNO CHE IO TI DIA UNA RISPOSTA! CAPRA! CAPRA! É ANCORA CAPRA!!!!.

xgerico

Mar, 02/02/2016 - 10:48

@pasquale.esposito- 08:01- OVVIO! Quando uno non ne è capace, la butta sempre in calcio d'angolo!