Stabilità, Delrio annuncia decreto "1,3 mld di detrazioni per la casa"

Il premier assicura: "Stiamo lavorando a soluzioni per i Comuni". Delrio annuncia il provvedimento sulle imposte della casa: dovrebbe arrivare entro fine anno

L’Aula della Camera ha approvato la legge di Stabilità, con 258 deputati a favore, 103 contro e 3 astenuti. Domani l’Aula di Montecitorio voterà gli altri due documenti di Bilancio, vale a dire il ddl di Bilancio e la Nota di variazione. I testi passeranno poi al Senato per il sì definitivo.

Sul testo della manovra oggi il governo Letta ha incassato la sua dodicesima fiducia dall’inizio del mandato con 350 voti favorevoli, 196 contrari e un solo astenuto. "Il governo è al lavoro per tenere conto del problema dei Comuni, ma le soluzioni da trovare devono essere condivise da tutto il governo e dall’Anci", ha riferito il sottosegretario all’Economia, Pierpaolo Baretta, annunciando che potrebbe essere convocato un incontro con i rappresentanti dei Comuni. Tuttavia il premier Enrico Letta ha lasciato intendere che non verranno accontentate le esigenze di tutti: "Tutti chiedono, ma la somma del tutti chiedono è la bancarotta, e io mi assumo la responsabilità di fare delle scelte".

"Questa legge di stabilità per la prima volta dopo cinque anni non taglia ai comuni ma dà, vorrei che i rappresentanti dei comuni si ricordassero di questa cosa perché le dichiarazioni degli ultimi giorni danno a intendere che questa cosa non viene ricordata", ha assicurato Letta al termine del Consiglio Ue assicurando che l'esecutivo sta mettendo completa attenzione nei confronti delle esigenze dei comuni. È, infatti, in arrivo entro fine anno un decreto che correggerà le detrazioni sulle imposte riguardanti la casa, andando a toccare soprattutto la Tassa sui servizi indivisibili dei Comuni (Tasi). Ad annunciarlo il ministro per gli Affari regionali, Graziano Delrio, che ha parlato di 1,3 miliardi di fondi. Il nuovo decreto coprirà il mancato gettito ai Comuni di circa 1,2-1,3 miliardi e, spiega il ministro, "servirà a dare flessibilità all'aliquota per fare le detrazioni alle famiglie".

Il ministro dello Sviluppo economico, Flavio Zanonato, ha annunciato che quest'anno non ci sarà un adeguamento inflattivo sul canone Rai, che quindi non subirà nessun aumento.

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 20/12/2013 - 13:52

Ops, si sono dimenticati di tagliare casta e costi della stessa.

Ritratto di gli...Abusivi

gli...Abusivi

Ven, 20/12/2013 - 14:33

chissà cos'altro tireranno dal cilindro questi "geni" del pallottoliere, le ultime volte con gli esodati e con i l'abolizione dell'imu sulla prima casa hanno leggermente sbagliato i conti...l'unica cosa certa è che non taglieranno mai un solo euro dai loro privilegi di casta

Massimo Bocci

Ven, 20/12/2013 - 15:06

Agli Italiani veri!!! Quando apprendono che questi stanno lavorando il giramento di palle sale a mille!!! Quando si dice che ci vorrebbe una BELLA SERRATA DI REGIME!!!!

fcf

Ven, 20/12/2013 - 15:18

Stanno giocando con gli italiani.Ogni giorno assistiamo ad errori, confusione, leggerezza,faciloneria sempre sulla nostra pelle. Tipico comportamento degli irresponsabili della sinistra.

cameo44

Ven, 20/12/2013 - 15:22

Letta farebbe bene a parlare meno e fare di più di chiacchiere non si vive ma non è il solo anche Renzi non scherza all'intervista del TG4 come suo costume ha dato i numeri dicendo di aver rilanciato a Grillo il quale proponeva la restituzione dei 45.000 euro Renzi propone un miliardo di risparmio occorre dire a Renzi che sarebbe il caso di ri lanciare alla UIL la quale ha dimostrato che si potrbbero risparmiare ben sette miliardi di euro dai costi della politica quindi sono in tan ti a rilanciare il problema è che nessuno fa in concreto questi rispar mi son tutti bravi a fare chiacchiere in tanto la gente muore di fame mentre Letta vede la luce e vende fumo ce chi si suicida non perchè estremista o violento ma solo perchè disperato con uno Stato peren namente assente e che continua a tartassare non per dare più servizi dato che ne toglie ogni giorno ma semplicemente per garantire le varie caste

carpa1

Ven, 20/12/2013 - 15:24

O l'articolo è formulato male oppure Letta dovrebbe spiegare com fa a dare 1.3 miliardi in più ai comuni, consentendo di aumentare le detrazioni, e nel contempo non spiegando dove va a prendere i quattrini. Qui, come al solito, tassa ci cova.

Anonimo (non verificato)

g-perri

Ven, 20/12/2013 - 15:50

Ma che bravo il presidente del consiglio che si atteggia a buon padre di famiglia. Le sue giustificazioni sono peggio della sua legge di stabilità. Sostiene che non potendo accontentare tutti ha dovuto fare delle scelte. Ma le richieste provenienti dai comuni cittadini le ha ignorate, scegliendo quelle delle grandi lobby finanziarie che fanno di tutto per tenerlo al potere (ecco perché l'accoglimento delle norme a favore del gioco d'azzardo e, ancora più scandaloso, il regalo da 22 milioni di euro alla Sorgenia, per favorire la tessera n. 1 del PD). La cosa più sconvolgente è che questa legge passerà anche al Senato con il voto di quei traditori che utilizzano i voti raccolti da Berlusconi, facendone uso a loro piacimento e nel modo contrario rispetto a quello voluto dagli elettori. Come si può parlare bene di questa gente e magari chiudere un occhio, avendoli come alleati alle prossime elezioni? Se così fosse sarei costretto a dare il mio voto alla Lega.

Ritratto di IRON

IRON

Ven, 20/12/2013 - 16:29

Infatti non dice di si a tutti, ma solo agli amici, ed alle convenienze elettorali e partitiche. Anche il "rottamatore" e' gia' allineato e coperto. Niente di nuovo sotto il sole.

Ritratto di IRON

IRON

Ven, 20/12/2013 - 16:32

g-perri la penso come te. Anche il finale e' in linea.

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Ven, 20/12/2013 - 16:49

ho finito di leggere quello che sapevo già. forse letta pensa di essere intelligente , invece è un beota inginocchiato davanti agli ordini della ue . ho fatto due conti della serva , togliere 16000 euro a tutti i nullafacenti , togliere per un anno completamente gli stipendi incominciando da napolitano , quello che si risparmia nel proimo anno copre abbondantemente i crediti dei comuni , e quello che si risparmia ogni anno va a favore delle ditte che così abbassando le tasse creano lavoro . difficile vero ? caro letta , torna a scuola , dire che hai le palle di ferro è una cretinata , dimostralo , ma non al sistema stalinista o ecclesiale . grazie a proposito fassino ha protestato ma ha ottenuto qualcosa ?

michetta

Ven, 20/12/2013 - 16:51

Si pensi a questo Governo che oltre alle votazioni di fiducia continue, si puo' permettere di affermare "abbiamo fatto il decreto, in modo tale che il canone Rai, non aumentera' nel 2014", invece di farne uno che dica esattamente "il canone della Rai e' SOPPRESSO dal 2014" e qualcuno mi dica, quali possibilita' abbia questo benedetto Paese! Il caravanserraglio , ideato ed istituito dal Presidente della Repubblica rosso, continua nella marcia di distruzione del Paese. Auguri a tutti gli Italiani veri!

Zizzigo

Ven, 20/12/2013 - 16:59

Letta si assume la responsabilità di fare delle scelte, cioé di decidere quale sadico modo adottare per ucciderci... a rate!

unosolo

Ven, 20/12/2013 - 19:15

mo lo dico chiaramente , un buon padre non spende soldi inutilmente tanto meglio se sono dei lavoratori che pagano , mi spiego , 800 euro al giorno per il solo sondaggio personale , come padre è uno senza responsabilità in un mese sono 25,000 euro al mese sai quanti sarebbero contenti di scalarli dal debito , eppure si giudica un buon padre , molto meglio Berlusconi se li pagava da solo . Se poi sommiamo lo spreco delle quattro cariche più la corte che si aumentano sprechi ogni anno forse il debito sarebbe stabile invece aumenta e il buon padre si gongola.

unosolo

Ven, 20/12/2013 - 19:57

certo che hanno dato la fiducia per loro solo aumenti di sprechi , si sono spartiti i soldi degli aumenti in previsione , questo vuol dire solo una cosa , sino ad oggi hanno sempre errato i conti , di tutti gli aumenti di accise e tasse previsti mancano miliardi in quanto si è fermato il consumo e questa ultima manovra blindata sarà peggio delle altre ma la cosa certa è che il debito seguirà a salire mentre per loro gli aumenti restano anche se non entrano i miliardi previsti , in poche parole hanno solo alzato il debito di 60 o 70 miliardi a fine 2014 , non credo di sbagliare ma ci guadagnano solo le coo e le banche oltre le assicurazioni tutte . Senza contare tutta la casta , aumenti fino al 34 % , te pare poco.

emilio ceriani

Sab, 21/12/2013 - 07:10

Il ministro dello Sviluppo economico, Flavio Zanonato, ha annunciato che quest'anno non ci sarà un adeguamento inflattivo sul canone Rai, che quindi non subirà nessun aumento. POTREBBE ANCHE DICHIARARE CHE NON VERRANNO UTILIZZATE LE IMPOSTE E TASSE PAGATE DAI CONTRIBUENTI PER RIPIANARE IL DEFICIT RAI ?