Lo studio Uil: ecco le cifre dei rimborsi sulle pensioni

Ecco i calcoli secondo un’analisi della Uil, quando lo Stato provvederà all’adeguamento dei trattamenti eliminando il blocco Fornero

"Con l’applicazione della sentenza della Corte Costituzionale" sulla legge Fornero "una pensione che nel 2011 era di 1500 euro lordi, appena superiore alle 3 volte il minimo, avrà una rivalutazione di circa 85 euro al mese e 2.540 euro circa come rimborso per i due anni di blocco 2012 e 2013 e per gli effetti che questi hanno avuto sul 2014". È quanto dichiara il segretario cenfederale della Uil Domenico Proietti, invitando il governo ad applicare subito la sentenza a tutti i pensionati in modo da ristabilire "equità e giustizia". L’applicazione della sentenza dando più disponibilità di reddito a milioni di pensionati è anche "un contributo importante alla ripresa dei consumi interni e quindi un sostegno alla ripresa della crescita e delle attività produttive con beneficio per l’occupazione".

Più nel dettaglio, secondo un’analisi della Uil, quando lo Stato provvederà all’adeguamento dei trattamenti eliminando il blocco Fornero: il pensionato che nel 2011 percepiva un trattamento pari a 4 volte il minimo, 1.500 euro lordi, percepirà annualmente sulla pensione in erogazione nel 2015 circa 1.026 euro in più; il pensionato con un trattamento pari a 5 volte il minimo, 2500 euro lordi, percepirà annualmente sulla pensione in erogazione nel 2015 circa 1.621 euro in più.