SU GELA E RAFFINAZIONEEni, ora il governo avvia due tavoli di confronto

Il governo ha avviato un doppio tavolo per far fronte alla crisi della raffinazione in Italia e, in particolare, al caso Eni-Gela. Ad annunciarlo è stato il ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi, nel corso di un incontro con la stampa al termine del vertice informale tra i ministri europei della competitività nell'ambito del semestre europeo a guida italiana. «Il tavolo sulla crisi della raffinazione partirà ad horas - ha detto il ministro - e un altro tavolo riguarderà la situazione dell'Eni a Gela». Per quanto riguarda Eni, il ministro ha rilevato come «sia uno di quei casi su cui esistono sono seri progetti di riconversione industriale, tra cui quelli relativi a chimica verde e biofuel». Nonostante ciò, resta confermato lo sciopero nazionale del 29 luglio.