Gli svizzeri di Dufry ​comprano World Duty Free

La famiglia Benetton cede il 50,1% del gruppo per 1,3 miliardi

Lo shopping degli stranieri in Italia non si ferma. Il gruppo svizzero Dufry ha comprato World Duty Free dai Benetton per 1,3 miliardi di euro. Il prezzo di vendita è di 10,25 Euro per azione Wdf, per un corrispettivo complessivo per Schema34 pari a 1,3 miliardi di euro. Il prezzo per azione rappresenta un premio di circa il 22% rispetto alla media dei prezzi di borsa (ponderata per i volumi) delle azioni Wdf nei 6 mesi precedenti la data odierna. La finalizzazione dell’operazione di vendita del 50,1% del capitale Wdf è soggetta all’approvazione, da parte dell’assemblea degli azionisti di Dufry, di un aumento di capitale finalizzato al parziale finanziamento dell’acquisizione e all’autorizzazione delle competenti Autorità Antitrust.

Un gruppo di azionisti che rappresenta circa il 30% del capitale votante di Dufry ha fornito ad Edizione e Schema34 impegni irrevocabili di voto in assemblea a favore dell’approvazione dell’aumento di capitale. Si prevede che la chiusura dell’operazione di vendita della partecipazione di Schema34 in WDF possa avere luogo entro il terzo trimestre 2015. A seguito dell’acquisizione, Dufry lancerà un’offerta pubblica di acquisto obbligatoria sulle rimanenti azioni di Wdf. A conclusione di una procedura competitiva, Edizione e Schema34 hanno selezionato Dufry come acquirente della partecipazione in Wdf per assicurare al business di Wdf un posizionamento di successo nel lungo termine. L’integrazione con Dufry, spiega Edizione nella nota - presenta un forte razionale strategico dando luogo alla creazione del leader mondiale nel settore del travel retail aeroportuale.