Tasse sulle colf, è rivolta: "Le famiglie non sono esattori"

Scoppia la rivolta sulla Manovra, anticipata ieri dalla Nota di aggiornamento. A scatenare la bufera, in particolare, le famiglie, spaventate all'idea di dover pagare una tassa per colf e badanti

"Non ci sarà nessun aggravio dell'Iva". Non ce n'è traccia nella Nota di aggiornamento, che precede la legge di Bilancio, a causa delle polemiche emerse nella maggioranza, contro l'aumento della tasse. Nella manovra, però, verranno inserite alcune misure, volte a combattere l'evasione fiscale, che riguarderanno settori specifici. E l'incontro con imprese, sindacati e associazioni di categoria, previsto per lunedì a Palazzo Chigi, non sarà facile.

Le reazioni alle misure, infatti, non sono state delle migliori. Come ricorda il Corriere della Sera, i dipendenti pubblici hanno protestato, perché non sembrano essere previsti fondi per i rinnovi contrattuali, gli agricoltori e gli autotrasportatori hanno paura del taglio sui sussidi per il carburante.

Ma a tremare sono soprattutto le famiglie, che protestano contro l'idea si essere trasformati in "sostituti di imposta". L'ipotesi ventilata dal Governo, per contrastare il lavoro nero spesso legato alle mansioni di colf e badanti, infatti, era quella di far versare ai datori di lavoro una tassa per conto dei propri dipendenti. "Sarebbe intollerabile fare cassa a spese delle famiglie", ha detto Assindatcolf.

Tra le altre misure presentate nella Nota, ci sono anche la possibilità di detrarre spese dalla dichiarazione dei redditi, solo se effettuate con bancomat, carte di credito o bonifici, e il calcolo degli sgravi fiscali e dei ticket sanitari in base al reddito. Dalla lotta all'evasione fiscale, il Governo conta di ricavare almeno 7 miliardi di euro, dei 29 necessari per il 2020.

Commenti

ENRICO1956

Gio, 03/10/2019 - 12:36

Cosa si può pretendere da un ministro comunista laureato in filosofia? Al massimo che canti bella ciao alla chitarra….

Ritratto di Thorfigliodiodino

Thorfigliodiodino

Gio, 03/10/2019 - 12:48

Ancora avanti nella CIECA FOLLIA dei governi italioti: la società è talmente in crisi che in maggioranza si possono avere badanti e infermiere solo pagandole con un accordo a tu per tu, perché i salari voluti dal governo sono troppo alti e vanno bene per svizzera, Germania, Danimarca eccetera, ma non per l'Italia che ha una ex classe media di cittadini che scivola sempre più nel terzo mondo.

ciccio_ne

Gio, 03/10/2019 - 12:51

scommetto sul flop della norma: tutti che passeranno al nero, su richiesta degli stessi collaboratori

Mamie

Gio, 03/10/2019 - 12:58

Sarebbe interessante sapere quali spese con fattura sarebbero detraibili dalla denuncia dei redditi Se si potrà detrarre in Totò dall’imponibile,poi visto che la fattura sarebbe Ivata e non in nero perché solo le spese pagate con sistemi tracciabili/? Lo scopo non era fare emergere il sommerso e il nero/?

Popi46

Gio, 03/10/2019 - 13:00

Senza lavoro nero l’Italia sarebbe già affondata da un pezzo. Colpa delle badanti,dei giardinieri,degli elettricisti? No, colpa dei gOVERNI teste di......intelligenza

MPP

Gio, 03/10/2019 - 13:26

Attenzione, però: non conosco una singola colf o badante che non sia pagata rigorosamente in nero, in tutto o in parte. Comprese quelle che fanno la badante per fior di ex sindacaliste CGIL (un tempo mie tecniche). Che siamo noi a fare i sostituti di imposta non mi piace. Ma che si faccia emergere tutto questo lavoro nero (est europa e sud america in primis) mi sembra DOVEROSO. Ne ho pieni i maroni di pagare il 52% tra tasse e contributi sul mio stipendio.

ROUTE66

Gio, 03/10/2019 - 13:31

BASTEREBBE INSERIRE NELLA LEGGE CHE LE SPESE PRODOTTE A CARICO DELLA FAMIGLIA SIANO TUTTE DEDUCIBILI. Perciò le famiglie pagano il commercialista che fa i conteggi le famiglie le scaricano,LA O IL BADANTE PAGA LE TASSE IDEM PER IL COMMERCIALISTA. MA VISTO COME VANNO LE COSE IN ITALIA,QUESTO RIMANE UN BEL SOGNO. Si farà solo più NERO

fenix1655

Gio, 03/10/2019 - 13:46

La lotta all'evasione e l'aumento delle tasse partendo come al solito sempre dal basso!!!! Naturalmente i ricchi ed i finti poveri applaudono!!!!

Cheyenne

Gio, 03/10/2019 - 14:34

mandiamo all'Economia il mago Otelma ne capisce di più del (falso) storico comunista

maurizio-macold

Gio, 03/10/2019 - 14:45

Il lavoro nero va combattuto con ogni mezzo perche' non e' giusto che gli onesti debbano pagare le tasse per gli evasori fiscali.

bernardo47

Gio, 03/10/2019 - 14:45

quella e' una funzione che puo' svolgere inps per conto della agenzia entrate! i datori gia' versano a INPS i contributi previdenziali!possono versare anche IRPEF detratta da stipendio badanti o colf!

lupo1963

Gio, 03/10/2019 - 14:47

@thorfigliodiodino Le badanti , intese come assistenza domiciliare per chi non vuole andare nelle piu’ che decorose case di riposo a disposizione degli anziani ,in quei paesi che lei cita , sono a carico dello Stato ( stavolta con la S maiuscola) .Uno Stato che chiede tasse elevate ma da servizi validi in cambio .Qua lo stato ( s minuscola ) pretende senza dare niente in cambio se non inefficienza e corruzione .

onurb

Gio, 03/10/2019 - 15:39

Il pretendere di trasformare il datore di lavoro, privato, di colf e badanti in sostituto di imposta costringerà il primo a rendicontare con la certificazione unica quanto versato come ritenuta d'acconto e quindi a rivolgersi a un professionista o a un CAF per la bisogna, con ulteriori spese a carico del meschino. Ovviamente una tassa occulta anche questa.

onurb

Gio, 03/10/2019 - 15:42

A questo punto non capisco perché non si applichi una misura uguale per tutti i privati che ricevono un servizio da un professionista con partita iva.

onurb

Gio, 03/10/2019 - 15:47

maurizio-macold. Se si volesse combattere veramente il lavoro nero, non servirebbero le tante misure che le menti illuminate di chi ci governa cerca di architettare, complicandoci la vita e aumentandoci i costi. Ne basterebbe una sola: quella che è stata indicata più volte, anche nei giorni scorsi, da vari commentatori: deduzione delle spese documentate. Sparirebbe anche la seconda attività, svolta regolarmente in nero, dai tanti lavoratori dipendenti, in primis quella delle ripetizioni degli insegnanti.

schiacciarayban

Gio, 03/10/2019 - 16:46

Una tassa sulle colf è un'ottima ragione per prendere una colf in nero.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 03/10/2019 - 17:38

"Le famiglie non sono esattori"..tranquille,voi per bisconte,pdioti e grulli siete al pari dei servi della gleba e se potessero vi ridurrebbero in mera schiavitù !!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 03/10/2019 - 18:08

Non sanno più come prendere soldi e tassare a dismisura.

pmario

Gio, 03/10/2019 - 18:12

Se lo stato desse un supporto alle famiglie con persone in difficoltà, non ci sarebbe il problema di come pagare le badanti. Teniamo presente che chi deve servirsi di questo supporto lo fa con soldi già supertassati, quindi non carichiamoli ulteriormente di balzelli visto che sostituisce uno stato inefficiente.

Ritratto di pumpernickel

pumpernickel

Ven, 04/10/2019 - 10:58

Prevedo licenziamenti a raffica delle collaboratrici assunte regolarmente, specie se le poche somme (qUote INPS) concesse in deducibiltà vengono soppresse, come ventilato.