Telecom, Blackrock scopre le carte VERTICI Il cda di Telco di giovedì: Provasoli favorito come sostituto di Bernabè

Dall'inizio di dicembre Telecom Italia è diventato, in Borsa, un titolo su cui scommettere. Nessuno sapeva bene il motivo, ma nell'aria, per gli specialisti della speculazione, poteva esserci qualcosa di interessante. E, se da un lato resta sempre aperta l'ipotesi della vendita di Tim Brasil o di un suo potenziale spezzatino, dall'altra c'è ora un possibile avviso di scalata con il maggior fondo di investimento del mondo, Blackrock, che è salito dal 5 al 10% del capitale Telecom. Sull'operazione si è già espresso con vigore il presidente di Consob, Giuseppe Vegas. L'Authority di Borsa ha chiesto chiarimenti. E questa mattina prima dell'apertura delle contrattazioni, sia Telecom che Blackrock dovranno presentare i loro documenti. Telecom, in particolare, dovrà dire se era al corrente dell'aumento della quota Blackrock, mentre al fondo americano è contestata la mancata comunicazione del raddoppio della quota azionaria. Blackrock dovrà anche specificare la quota esatta in Telecom e quale sarà quella portata all'assemblea di venerdì prossimo. Quanto ai diritti di voto, sarà il presidente dell'assemblea di Telecom a decidere, dopo l'accertamento Consob, con quale quota ammettere Blackrock al voto. Vegas ha già minacciato una sanzione da 500mila euro.Gli acquisiti di Blackrock risalgono al 29 novembre, quando, in una giornata, furono scambiati oltre 38 milioni di titoli, il doppio rispetto alla norma, ma anche il 10 dicembre è stato scambiato un numero molto alto di titoli, 47,8 milioni. E infatti Consob ritiene che la quota di Blackrock sia più alta rispetto al 10% dichiarato. E sul perché ciò non sia stato fatto, Vegas ha risposto: «È quello che stiamo cercando di capire. Ma non avendo fornito dati sensibili in grado di influenzare il mercato, possiamo ipotizzare della manipolazione informativa. Toccherà poi alla magistratura capire se esistono altri profili rilevanti». Un'ipotesi potrebbe però essere, visto il trattamento di cui il fondo ha beneficiato in occasione del convertendo che offre un alto rendimento (oltre il 6%), che Blackrock all'assemblea dei soci di venerdi prossimo sia a fianco di Telco (che ha il 22,4%) per parare possibili colpi dei fondi che potrebbero schierarsi dalla parte di Marco Fossati e revocare l'attuale cda. Anche se ora, dopo quanto successo, pare difficile.
Insomma, il pasticcio si infittisce e l'assemblea del 20 dicembre diventa davvero il banco di prova per testare la leadership di Telefonica, che deve fare i conti anche con le richieste dell'Antitrust del Brasile, nella compagine azionaria dell'ex monopolista italiano. In tutto questo si fa sempre più incomprensibile e «assordante» il silenzio della politica. Nessun commento ieri da parte di Palazzo Chigi e nessuna accelerazione per quanto riguarda la legge sull'Opa che, secondo molti, poteva prevenire questa situazione intricata. Intanto il cda di Telco, in programma giovedì, potrebbe decidere il successore di Bernabè: si parla di Angelo Provasoli.

Commenti

fabrizio

Lun, 16/12/2013 - 17:03

davvero umiliante questo governo, che non tutela gli azionisti di minoranza, che tra l'altro sono l'85% del capitale, per favorire Telefonica super indebitata nel tentativo di mettere con le spalle al muro Telecom Italia e sfilare la rete per pochi denari. Letta, hai ancora pochi giorni per salvare la faccia e portare un po' di dignità a questo paese, divenuto ormai la comica dell'europa intera...