Telecom e Telefonica rischiano i «crampi» ai mondiali

Riusciranno le reti mobili brasiliane a tenere botta ai miliardi di Twitt, Whatsapp e «Selfie» durante le partite di calcio dei mondiali in Brasile? Secondo gli esperti entrambe le maggiori compagnie mobili del Paese - Vivo che fa capo a Telefonica, presieduta da Cesar Alierta (nella foto), e Tim Brasil controllata da Telecom - hanno problemi di rete. La questione è antica e dipende anche dal fatto che in Brasile ci sono 272 milioni di linee cellulari attive con 200 milioni di abitanti. Le compagnie telefoniche lamentano che il Paese richiede troppi permessi per istallare nuove torri telefoniche, per contro il governo brasiliano lamenta scarsi investimenti. La premessa non è incoraggiante: durante la Confederation Cup allo stadio Maracanà di Rio era impossibile spedire anche un semplice sms.