Ti Media con L'Espresso: ecco Persidera

Timb, ossia Telecom Italia Media Broadcasting, diventa Persidera. La nuova società (il nome è ispirato al latino «sidera» che vuol dire stelle) ingloba tutte le attività di operatore di rete digitale terrestre di Telecom Italia Media (che prima erano in Timb) e del gruppo L'Espresso.
Ti Media e L'Espresso deterranno, rispettivamente, il 70% e il 30% delle azioni di Persidera, che assume la forma di società per azioni e controllerà l'intero capitale di Rete A. L'operazione, annunciata in aprile, si è dunque conclusa dopo aver ricevuto le autorizzazioni previste dalla normativa lo scorso 13 maggio. In Persidera sono confluiti i 3 multiplex di Ti Media e i due di Rete A. Un comunicato congiunto delle due società ha sottolineato che «con questa operazione è nato il principale operatore di rete indipendente in Italia dotato di cinque multiplex digitali con un'infrastruttura a copertura nazionale. Il gruppo risultante dall'operazione sarà il fornitore di riferimento dei principali editori televisivi non integrati, nazionali ed esteri, operanti sul mercato italiano». In pratica, ora Persidera ha lo stesso numero di multiplex di Ei Towers (Mediaset) e di Raiway (Rai).
Il presidente della società è Massimo Confortini, mentre Paolo Ballerani è l'amministratore delegato. Vicepresidente è Severino Salvemini. «L'operazione consentirà, inoltre, di conseguire rilevanti sinergie industriali», viene ancora spiegato nel comunicato congiunto di Ti Media e L'Espresso.