Tsipras contro Draghi: "La Bce ha una corda intorno al nostro collo"

Atene invia la lettera delle riforme all'Eurogruppo: le misure salgono a sette. Fonti Ue: "Non basta a sbloccare gli aiuti"

La Grecia ha inviato al presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem la lettera con i dettagli sulle riforme messe a punto dal governo di Atene. Anche se verranno illustrate all’Eurogruppo lunedì non si accelererà il processo per l’esborso degli aiuti. Secondo fonti dell'Unione europea, il negoziato "tecnico" che porterà allo sblocco della tranche di aiuti è "ancora in alto mare". "Questo processo - precisa da Bruxelles - non passa per i ministri ma per le istituzioni". Il governo di Atene, invece, non ha coinvolto le istituzioni su queste sei riforme che vuole presentare, quindi il negoziato tecnico ancora non parte.

La soluzione del default greco è appeso a un filo molto, molto sottile. Tanto che, secondo Fitch, una uscita della Grecia dall'euro è ancora possibile e provocherebbe un forte choc nell'Eurozona pur senza innescare una crisi sistemica come avvenuto nel 2012. L'agenzia di rating precisa che una Grexit "non è nel nostro scenario di base, ma rimane un rischio fino a che vanno avanti negoziati più dettagliati e il governo greco cerca di mantenere l’appoggio interno per l’accordo che raggiungerà". Per gli analisti di Fitch l'Eurozona ha sviluppato meccanismi per "prevenire una fuga dai titoli sovrani che potrebbe portare a un default e per attenuare l’effetto contagio". "Una reazione a catena innescata dall’uscita della Grecia fino alla disgregazione del blocco è perciò improbabile", aggiunge Fitch precisando che comunque l’impatto di un default della Grecia sulle banche straniere "sarebbe limitato" perché sono già state assorbite le perdite nel 2012 con il private sector involvment e da allora il rischio greco è stato ridimensionato.

Perché la Grecia non arrivi al default le responsabilità sono molteplici. E così i giochi a rimpallarsele. Berlino non ritiene che vi siano le condizioni per un anticipo sui versamenti concordati con Atene nel quadro dell’ultima tranche di aiuti. "C’è un chiaro accordo con l’Eurogruppo, che prevede la consegna di un programma di riforme dettagliato entro aprile - ha spiegato il portavoce del ministro delle Finanze Martin Jaeger - quindi ne verrà valutata l’attuazione". Solo se Atene consegnasse e attuasse il programma in anticipo potrebbe ottenere a degli anticipi sulle risorse. Dal canto suo Alexis Tsipras vuole emettere titoli di stato a breve per finanziare le necessità del paese e avverte che, se la Bce, dovesse opporsi, si assumerebbe una grave responsabilità. "La Bce ha una corda intorno al nostro collo", ha detto il premier greco al giornale tedesco der Spiegel spiegando che c’è il rischio di "tornare indietro al thriller che abbiamo conosciuto prima del 20 febbraio", e cioè a prima dell’estensione di quattro mesi dei prestiti. Nella lettera inviata all’Eurogruppo il ministro delle Finanze Yanis Varoufakis ha messo sul tavolo sette riforme. Secondo il Financial Times, sarebbe swtata inserita anche l’istituzione di "un consiglio di bilancio" per monitorare la spesa del governo ed un nuovo piano per riscuotere le imposte non pagate.

Commenti

Agostinob

Ven, 06/03/2015 - 14:32

Ma che razza di buffoni i comunisti! Voleva uscire dall'europa e si è fatto eleggere per questo! Ed ora si lamenta. Sto pensando a quei c....glioni che lo hanno pure votato.

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 06/03/2015 - 14:40

Caro kompagno, la corda intorno al collo ve la siete messa da soli. Poveri illusi komunisti.

vince50_19

Ven, 06/03/2015 - 15:45

Un vecchio proverbio recita così: «Hai voluto la bici? Adesso pedala» .. Capito Tsipras? Le lacrime di coccodrillo "raccontale" a chi ti ha votato e poi "ascolta" bene cosa avranno da dirti..

Blueray

Ven, 06/03/2015 - 15:48

Dai andiamo con sta Grexit e non ne parliamo più, se no rimaniamo appesi a ipotesi tipo può succedere questo e quello e quell'altro e magari non succede niente. Tanto se non esce adesso uscirà più in là, cosa volete che faccia un Paese il cui debito per il 64% è nelle mani della BCE? Avevo suggerito loro di andare a prender lezioni in Irlanda, invece polemizzano con i creditori e vogliono coinvolgere i ministri tagliando fuori la ex Troika. Più inconcludenti e levantini di così!! Continuare a mettere quattrini sulla Grecia, per gli Stati che l'hanno già fatto tra cui il nostro, è oggi semplicemente demenziale

RawPower75

Ven, 06/03/2015 - 16:15

Che sia il caso di smantellare la UE? Fino a quando i popoli dovranno soffrire?

killkoms

Ven, 06/03/2015 - 16:17

tsipras (altro beota divinizzato dai beoti sinistrioti italici) ha scoperto l'acqua calda!è da quando è stato adottato l'€ che la bce pu strangolare ogni nazione europea che l'ha adottato!

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Ven, 06/03/2015 - 16:29

Ora lasciati cadere dallo sgabello e così smetterai di prendere per i fondelli i tuoi compaesani greci.

Zizzigo

Ven, 06/03/2015 - 16:59

Ma insomma, ad Atene che fanno? Sparano anche questi, come i nostri, a salve?

glasnost

Ven, 06/03/2015 - 17:01

Certo che 'sti Greci che hanno creduto che la salvezza economica delpaese sarebbe arrivata dal comunismo all'interno dell'EU, sono veramente dei minchioni. Proprio come gli Italiani che hanno creduto che un burocrate alla Monti (imposto da Napolitano) ed i suoi successori Letta e Renzi avrebbero risolto i problemi dell'Italia. E' proprio il caso di citare:una faccia una razza!!!

Ritratto di panteranera

panteranera

Ven, 06/03/2015 - 18:06

La corda al collo dovrebbero mettertela i tuoi connazionali per aver sottoscritto in toto il memorandum degli affamatori euromascalzoni dopo averci sputato sopra in campagna elettorale, pagliaccio di un comunista...

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Ven, 06/03/2015 - 18:10

OLTRE KE UNA CORDA AL COLLO PAGLIACCIO COMUNISTA SPERO KE DRAGHI TI ABBIA ANCHE PUNTATO UN PALO NEL C...

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Ven, 06/03/2015 - 18:12

UN CAPPIO AL COLLO E ANCHE UN PALO NEL CxxO

Ritratto di franco_DE

franco_DE

Ven, 06/03/2015 - 18:23

magari così vi togliete dai cxxxxxxi..

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Ven, 06/03/2015 - 23:43

Questo qui, che veste in modo spigliato (alla Marchionne), senza cravatta, presentandosi così nelle riunioni di Bruxelles, pensa di avere a che fare con degli sprovveduti. Lo si è capito che i Greci vogliono continuare a vivere parassitando gli altri paesi europei con la loro economia disastrata da anni di CONTABILITÀ ADDOMESTICATA. BASTA CON LE ASTUZIE INFANTILI! Non ci casca più nessuno. Lavorare e poi ancora lavorare, stando a dieta finché sarà necessario.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Sab, 07/03/2015 - 05:52

La Bce ha legacci intorno al collo di ciascuno stato ma non fa leggi...quindi la responsabilità è dei personaggi storici che gli hanno.attribuito quei poteri e di quellibattuali che non legiferano. La banca centrale deve essere al servizio dello stato e del popolo. Tsipras eroe dei dugonghi.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Sab, 07/03/2015 - 07:19

Sono sempre più convinto che la Grecia dovevano lasciarla al suo destino. Purtroppo, pur di non ammettere che l'Europa fatta in questo modo, è un fallimento completo, hanno fatto di tutto per cercare di salvarla, ma....

Ritratto di romy

romy

Gio, 09/04/2015 - 19:17

“lì davanti i barbari si raccolgono….è nero il terrore che afferra saldo i loro cuori.. con dita di ghiaccio..conoscono molto bene gli impietosi orrori che hanno sofferto per le lance e le spade dei 300 Spartani….e ora fissano lo sguardo su questa pianura dove ci sono diecimila Spartani alla testa di trentamila liberi Greci… AAHHUUU......AAHHUUU……AAHHUUU……AAHHUUU!!!!!!!!

angelomaria

Ven, 10/04/2015 - 17:21

vela siete messi voi come avete potuto mangiarvi tutto!!!!!